Marika Sbetta candidata sindaco del centrodestra

Borgo. Dopo Enrico Galvan e Martina Ferrai, anche il centrodestra sta per chiudere il cerchio con il proprio candidato sindaco. L'ufficialità non c'è ancora ma da qualche giorno si fa insistente il...

di Marika Caumo

Borgo. Dopo Enrico Galvan e Martina Ferrai, anche il centrodestra sta per chiudere il cerchio con il proprio candidato sindaco. L'ufficialità non c'è ancora ma da qualche giorno si fa insistente il nome di Marika Sbetta quale persona in grado di fare sintesi tra i vari partiti della coalizione: Lega Nord, Agire per il Trentino ed Autonomisti Popolari.

Il condizionale è d'obbligo ma pare proprio che, dopo che inizialmente si era fatta strada la candidatura di Simone Stefani, sarà invece lei a correre il prossimo maggio per il posto di prima cittadina.

Il curriculum

Laureata in economia e commercio, sposata e mamma di tre bambini, Marika lavora nell'azienda di famiglia. Una famiglia molto conosciuta a Borgo ed in Valsugana, con attività nel campo edile, commerciale ed immobiliare. Come Martina Ferrai, anche Marika Sbetta è un volto nuovo nel mondo amministrativo e politico. Due donne, due mamme giovani, laureate ed in carriera: una, la Ferrai, in rappresentanza del centrosinistra a capo di due civiche (Civitas ed un’altra lista, che vedono in campo tra gli altri i consiglieri di opposizione Marco Galvan e Samuele Campestrin). L'altra, la Sbetta, in rappresentanza della coalizione di centrodestra che, forte dei risultati alle nazionali e soprattutto alle provinciali di ottobre, conta di fare un buon risultato anche a Borgo.

La sfida

Sono loro, per ora (e salvo smentite) le "avversarie" di Enrico Galvan. L'attuale sindaco reggente che ha preso le redini del Comune da Fabio Dalledonne (il quale ha già annunciato che non sarà della partita) per traghettarlo fino a maggio rappresenta il centrodestra civico: con lui le "storiche" Borgo Domani e Borgo Olle Bene Comune. In forse una terza lista di giovani, guidata da Giacomo Nicoletti. E con lui, probabilmente in Borgo Domani, ci sarà anche Armando Orsingher. L'ex assessore comunale e comprensoriale del Patt, ha annunciato che scenderà in campo in supporto di Galvan: con lui altri autonomisti, che correranno dunque senza simbolo di partito. Una partita a tre, che potrebbe ancora arricchirsi. Una partita con molte civiche e pochi partiti, pronta ad entrare nel vivo.