IL CASO

Rave party a Folgaria, 6 rimpatri con foglio di via obbligatorio

Emessi dal questore di Trento dopo le denunce alla magistratura

FOLGARIA. Dopo le denunce all'autorità giudiziaria, la polizia ha contestato agli organizzatori e ad alcuni partecipanti al rave party del 2 agosto tenutosi in località Martinella, fra i comuni di Folgaria e Terragnolo, anche le misure di prevenzione previste dalla legge 1423 del 1956.

In particolare il questore di Trento, Claudio Cracovia, ha emesso nei confronti di sei giovani la misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio e il divieto di ritorno nel comune di Folgaria e nei comuni limitrofi di Terragnolo, Calliano, Besenello, Altopiano della Vigolana, Lavarone e Caldonazzo.

La violazione del foglio di via obbligatorio, che ha durata di tre anni, comporta la pena dell'arresto da uno a sei mesi, ricorda la questura.