Un miracolo sul Ponte dei Servi

Carabiniere salva una donna dopo essere riuscito a trattenerla per lungo tempo

PONTE ARCHE. Mezz’ora può passare in un attimo, o può non passare più. Col tempo che pesa come un macigno e le forze che sembrano mancare, e la volontà che invece resiste. La vicenda che vi stiamo per raccontare ha per protagonista un appuntato dell’Arma dei carabinieri, Stefano Menestrina, e una donna salvata in extremis da un uomo che si è trasformato in vero e proprio angelo.

E’ un pomeriggio d’autunno come tanti, in Trentino. Una donna si aggira con aria incerta nella zona del Ponte dei Servi a Comano, quando l’appuntato Menestrina arriva in zona. La vede camminare lungo il ciglio della strada, poi capisce. Arriva proprio al centro del Ponte giusto in tempo per vederla scavalcare, e poi la acciuffa. Ed è proprio in quel momento che inizia una lunga fase con l'uomo che riesce a trattenere la donna, sporgendosi a sua volta per non perdere la presa.

Sulla strada principale, che lambisce il ponte senza attraversarlo, passa una macchina, poi un’altra, ma l’oscurità nel frattempo calata e la posizione del Ponte non permette a chi transita di poter capire che pochi metri più in là si sta consumando un dramma. Poi arriva un autista di autobus, che scende dal mezzo e si dirige verso il Ponte dei Servi. E’ questione di pochi secondi dopo minuti che non passavano più, senza ombra di dubbio i più lunghi della vita di un carabiniere che ne aveva viste tante, ma mai come questa. L’autista dà una mano a Menestrina, e i due riescono finalmente a trarre in salvo la donna. Difficilmente i suoi occhi dimenticheranno quello che è accaduto, e il coraggio di un carabiniere che non ci ha pensato due volte a mettere a repentaglio la propria vita. Per una volta, il Ponte dei Servi si trasforma all’improvviso in una storia a lieto fine.

©RIPRODUZIONE RISERVATA