il fatto

Trento, aggredisce i dipendenti del McDonald’s e poi fugge: trovato con la droga

I carabinieri hanno arrestato un uomo di 38 anni già noto per i suoi trascorsi



TRENTO. Ieri sera, 21 settembre, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Trento, nel corso della costante attività di controllo del territorio, hanno arrestato un cittadino tunisino di 38 anni, già noto alle Forze dell’Ordine per i suoi trascorsi.

L’uomo, poco prima dell’intervento della pattuglia, si trovava presso il “McDonald’s” di via Madonna Bianca dove, nel corso di un diverbio con i dipendenti del locale, aveva iniziato a dare in escandescenze, inveendo contro gli stessi e minacciandoli.

I militari, dopo essere giunti sul posto ed aver raccolto le prime notizie dai testimoni presenti – che avevano precedentemente contattato il “112” - si sono messi subito alla ricerca del soggetto che nel frattempo si era allontanato dal locale, trovandolo poco lontano, a bordo della propria auto.

A questo punto i militari hanno condotto una perquisizione personale e del veicolo in uso all’uomo, recuperando – sparsi tra l’interno della vettura e le tasche della giacca da lui indossata – un quantitativo complessivo di circa 32 grammi di hashish. Stante tale scoperta i Carabinieri, pertanto, hanno deciso di estendere la perquisizione anche all’attuale dimora del tunisino, situata non lontana dalla città di Trento: qui hanno avuto modo di rinvenire ulteriori 2,8 grammi di hashish ed una bilancia usata verosimilmente anche per pesare lo stupefacente.

L’arrestato, nella mattinata odierna, è stato processato per direttissima davanti al Tribunale di Trento: nei suoi confronti, a seguito di patteggiamento, è stata emessa una sentenza di condanna a dieci mesi di reclusione con pena sospesa.

















Cronaca







Dillo al Trentino