«Pronti a ragionare su ampliamenti, ma non a Serodoli»

Trento. Mario Tonina, assessore provinciale all’urbanistica, apre alla possibilità di ampliare le aree sciabili («ma non a Serodoli») e di rivedere, in termini più generali, il Piano urbanistico...

Trento. Mario Tonina, assessore provinciale all’urbanistica, apre alla possibilità di ampliare le aree sciabili («ma non a Serodoli») e di rivedere, in termini più generali, il Piano urbanistico provinciale

«Per quanto riguarda il problema dell’ampliamento delle aree sciistiche di quel territorio ho avuto un incontro nei mesi scorsi con le funivie di Campiglio: l’impegno che mi ero preso con loro era di fare una valutazione. In generale (e non solo per quell’area) c’è una volontà, a dieci anni dall’approvazione del terzo Piano urbanistico provinciale, di ragionare su una revisione, visto che oggi ci possono essere necessità diverse. In questo momento i miei uffici stanno lavorando, per condividere tra qualche mese quello che eventualmente si può tenere in considerazione, ma solo dopo aver fatto una ampia ricognizione.»

Netto il “no” di Tonina ad ampliamenti nell’area di Serodoli: «So che hanno parlato anche di Serodoli all’assemblea delle funivie, ma non credo che quello sia il loro interesse, perché sanno benissimo delle difficoltà che ci sarebbero, tanto che quando ci siamo incontrati a me non ne hanno parlato. Se parliamo del completamento dell’area di Campiglio, la valuteremo con senso di responsabilità. Anche perché quella è una realtà importante all’interno di un carosello sciistico che ha garantito uno sviluppo importante negli anni e lo sta garantendo anche ora. La loro richieste è pertanto legittima. Sarebbe sbagliato da parte mia - prosegue Tonina - ancor prima di fare delle verifiche, dire “non vanno bene”. La serietà ci spinge a fare approfondimenti e trovare il giusto equilibrio». Per Tonina, prima di pensare a mettere mano al Pup per ampliare le aree sciabili, ci deve essere il via libera dei territori: «Gli input devono partire dal Piano territoriale di comunità, sul quale in val di Sole stanno già lavorando, ma le Giudicarie non mi risulta stiano ancora operando ed ormai sarà materia per le prossime amministrazioni. Se in Ptc la comunità di valle non volesse sentire parlare di ampliamento delle aree sciabili, non lo si prenderebbe in considerazione nemmeno nel Pup. Su questi temi - conclude Tonina - serve totale convergenza». G.F.P.