l’evento

A Trento per le Feste Vigiliane la Pro Loco vuole offrire la cena a tutta la città

Da giovedì 20 si può ritirare il biglietto per la partecipazione all’evento. Il presidente Marco Lazzeri: «Vogliamo andare incontro a chi si trova in difficoltà dopo oltre un anno di restrizioni e chiusure». Si stima una partecipazione di almeno 1.000 persone

di Claudio Libera

TRENTO. Sarà una cena a base di prodotti tipici trentini, per tutte le persone che vorranno parteciparvi e che si svolgerà venerdì 11 giugno. Torna così La Ganzega dei Ciusi e Gobj in Contrada Larga, l’anteprima delle Feste Vigiliane 2021.

Il responsabile dei volontari che interpretano Ciusi e Gobj è Marco Lazzeri, che è anche il presidente della Pro Loco del centro storico di Trento:«Dopo il grandissimo successo dell’edizione 2019, e lo stop forzato a causa della pandemia nel 2020, non vedevamo l’ora di tornare ad animare le vie e le piazze del centro. In quanto associazione nata con lo scopo di promuovere la socialità a titolo volontaristico, abbiamo deciso di fare uno sforzo organizzativo più grande per questo primo evento, che segnerà la ripartenza dello stare insieme dopo l’emergenza sanitaria e non imporre un costo del biglietto ma lasciare la partecipazione ad offerta libera. Speriamo in questo modo di andare incontro a chi, in questo momento, si trova in difficoltà dopo oltre un anno di restrizioni e chiusure. Possiamo farlo grazie al lavoro degli oltre 200 volontari della Pro Loco ed all’impegno di partner che credono in noi e hanno appoggiato fin da subito questa nostra scelta».

Feste Vigiliane, la cena offerta dalla Pro Loco a tutta la città: un modo per ripartire

Il prologo delle Feste Vigiliane è la cena organizzata dalla Pro Loco del centro storico di Trento e offerta a tutta la città: una maniera per ritrovarsi e soprattutto per ripartire dopo il lungo periodo di sofferenza

 

Tutti quelli che vorranno partecipare alla Ganzega potranno quindi ritirare il proprio biglietto alla sede della Pro Loco in via Bronzetti, a partire da giovedì 20 maggio dalle 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 18, oppure all’info-point di piazza del Duomo a partire dal 7 giugno.

«Il numero dei ticket disponibili dipenderà dalle decisioni del Comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico: al momento crediamo che potrebbero partecipare almeno 1.000 commensali. Le tavolate saranno distribuite lungo via Belenzani e Piazza Duomo. Altra novità del 2021 infatti è la presenza del pavilion nella piazza più rappresentativa di Trento. Ospiterà una selezione di testi sulla storia e tradizione della città curata dalla nostra Pro Loco, accanto ad una sezione a cura del Film Festival della montagna, nostro nuovo partner», spiega Lazzeri. Che prosegue: «Ci teniamo a ringraziare in particolare chi ci permette di portare avanti questa iniziativa, ognuno con il proprio importante contributo: Gruppo Dao, Birra Forst, Forsterbrau Trento, Acque Levico, Ogp, Aspan (panificatori), Cassa Rurale Trento, Dolomiti Energia e gli esercenti di via Belenzani. A chi vorrà partecipare all’iniziativa chiediamo un contributo volontario, anche solo simbolico, che verrà poi devoluto in beneficenza. Chi può permetterselo donerà a favore di chi in questo anno ha sofferto particolarmente, chi non ne ha la possibilità potrà godersi una serata di convivialità e buon cibo, nella splendida cornice di Contrata Larga e piazza Duomo. Questo perché crediamo che sia il momento di usare il cuore e non soltanto di rappresentarlo. Noi faremo come sempre il possibile in maniera concreta e puntuale. La Pro Loco è sempre vicina agli abitanti della città e sta già lavorando ad un evento indimenticabile che in autunno segnerà la vera rinascita dopo questo periodo difficile per tutti. A breve vi sveleremo qualcosa».