IL CASO

Trento, torna la movida: residenti del centro già in allerta

Il sindaco Andreatta è pacato: "Pronti a intervenire ma al momento non ne vedo la necessità"

TRENTO. Torna la movida in città e cresce la preoccupazione dei residenti, soprattutto in via Mazzini. Giovani che fanno l'aperitivo e, in alcune situazioni, causano assembramenti, talvolta non portando la mascherina quando si accorciano le distanze. Qualcuno si è addirittura messo a contarli.

Il timore, più che per l'ordine pubblico, è rivolto al pericolo di diffusione del contagio dopo un periodo durissimo di clausura forzata.

Il sindaco di Trento Alessandro Andreatta getta acqua sul fuoco: «Bisogna vedere quale è la diffusione e la frequenza di questi assembramenti. Mi sento di fare i complimenti ai giovani perché hanno resistito in maniera ammirevole per tutte queste settimane. Ora però bisogna che si armino di pazienza, accettando di aspettare dieci minuti in fila per l'aperitivo e rispettando le distanze fisiche, indossando la mascherina e igienizzandosi le mani. Certo, se questi episodi iniziassero a ripetersi in maniera troppo frequente, dovremo intervenire perché come amministratori abbiamo delle responsabilità. Ma al momento non mi sembra ancora il caso».

LEGGI L'ARTICOLO INTEGRALE SUL GIORNALE ONLINE