alimentari

Sushi non abbastanza surgelato sul furgone in A22: maximulta e 90 chili distrutti

Il  veicolo fermato dalla Polstrada a Bolzano. Sanzioni pecuniarie per un totale di circa 2000 euro al conducente. La temperatura del prodotto surgelato era troppo alta

BOLZANO. Nel corso della mattinata di martedì 25 gennaio una pattuglia della Polizia Stradale di Bolzano, impegnata in alcuni controlli all’uscita del casello autostradale Bolzano sud, fermava un furgone condotto da un cittadino di origine senegalese, che stava effettuando un trasporto di alimenti dalla provincia di Padova ad un grosso esercizio commerciale del capoluogo bolzanino.

I prodotti, costituiti in maggioranza da sushi preconfezionato, erano trasportati senza rispettare le norme vigenti in materia di surgelati, atteso che il vano di carico del veicolo presentava una temperatura superiore al previsto.

Il personale operante chiedeva pertanto l’intervento del servizio di igiene dell’Azienda sanitaria provinciale, che effettivamente accertava il cattivo stato di conservazione della merce e disponeva il sequestro e la distruzione di oltre 90 kg di prodotto.

Al conducente del furgone venivano irrogate sanzioni pecuniarie per un totale di circa 2000 euro.