«Un ristorante a Rovereto  il nostro sogno ora è realtà» 

Aperto Roadhouse in via Abetone. Il locale specializzato in carne grigliata dà lavoro a trenta  giovani. «Questa è una città dalle molte potenzialità, da tempo cercavamo il posto giusto»

di FILIPPO SCHWACHTJE

Rovereto. Inaugurato ieri il nuovo ristorante Roadhouse lungo la Statale 12: trenta i nuovi posti di lavoro per altrettanti giovani del nostro territorio. Il locale di Rovereto è il secondo in regione, dopo quello di Trento, ed il 144° della catena. Il ristorante del gruppo Cremonini, situato sulla rotonda di via dell'Abetone e via del Garda, è stato realizzato sullo spazio che in precedenza occupava il distributore dell'Agip, oggi demolito, e si va ad inserire nel tessuto urbano della città, proprio di fianco all'area ex Marangoni Meccanica, dove è previsto un progetto di riqualificazione. Ben 170 posti a sedere ed un ampio parcheggio con 60 stalli per il nuovo Roadhouse, che terrà aperto tutti i giorni, dalle 12 alle 15 e dalle 18.30 alle 23.30 e che in futuro prevede di attivare anche il servizio d'asporto. «Era da tempo che volevamo portare un ristorante a Rovereto - ha detto Alfonso Iannotta, direttore markenting di Roadhouse - per noi è una location con molte potenzialità. Appena abbiamo trovato una posizione che si addicesse abbiamo deciso di aprire, sperando di bissare il successo già ottenuto con il locale di Trento, inaugurato esattamente 6 anni fa oggi. Vorrei anche sottolineare l'impegno, la professionalità e l'efficienza dell'amministrazione roveretana, grazie alla quale siamo riusciti ad aprire in tempi record». Trenta i giovani neoassunti nel locale, che dopo un periodo in prova (al momento sono 40) potranno ottenere un contratto a tempo indeterminato. Tra le tante offerte del menù una ricca selezione di antipasti, panini, hamburger, insalate e, soprattutto, bistecche e tagliate di diverse qualità di carne (dal "ribeye" al filetto all'American Angus).

La soddisfazione del Comune

Presenti all'inaugurazione anche gli assessori Maurizio Tomazzoni ed Ivo Chiesa, che hanno ribadito l'importanza di questa apertura nell'ottica della riqualificazione di tutta l'area. «Vorrei sottolineare - ha detto Tomazzoni - che quella di Roadhouse è un'apertura "tutta italiana". Fa e molto piacere l'arrivo in città di una catena nostrana, pronta a puntare sulla qualità anche dei prodotti locali e su lavoratori del territorio. Un'iniziativa di questo tipo arricchirà la zona di Lizzana e tutta la città». «Come amministrazione - ha dichiarato invece Chiesa - penso sia importante anche ringraziare chi ha puntato su Rovereto con investimenti e voglia di fare. In particolare, anche nell'ottica della riqualificazione dell'area ex Marangoni, l'apertura del nuovo Roadhouse andrà a formare un nuovo "angolo" di città, importante sotto l'aspetto urbano ed anche sotto quello dell'occupazione locale».