Costa più di 60 mila euro una città senza erbacce 

Affidati i lavori di pulizia. Il territorio è stato diviso in sette lotti e la manutenzione  appaltata a ditte private. Dovranno tenere puliti i bordi di strade e ciclabili, cominciando subito

di Michele Stinghen
Rovereto. Il comune incarica quattro ditte esterne per la pulizia dei bordi stradali e lo sfalcio dell'erba e delle piante infestanti, investendo per il 2020 oltre 60 mila euro. è da quando si è insediata la giunta valduga che si è deciso di potenziare le azioni di pulizia; nel 2016 si decise di dirottare le risorse di dolomiti ambiente, che prima si occupava anche degli sfalci stradali, su una più diffusa ed efficace pulizia manuale delle strade. pertanto era necessario esternalizzare il servizio di sfalcio. questo anche perché negli anni la squadra degli operai comunali addetti al verde si è progressivamente e sempre di più assottigliata. non era proponibile affidare al solo personale comunale del verde il compito di sfalciare tutte le strade del territorio comunale, dal centro alla periferia, dalla montagna al fondovalle. pretendere di avere una pulizia certosina, costante e capillare sarebbe stato impossibile, obiettivo che si vuole invece perseguire dando lavoro a ditte private del territorio. mantenendo puliti parcheggi, strade e viabilità si dà una percezione di un territorio più pulito e più sicuro, secondo il ragionamento fatto dall'amministrazione comunale. sempre la giunta ha deciso che gli interventi di pulizia si sarebbero dovuti concentrare in particolare a dare beneficio a pedoni e ciclisti, tenendo in buon decoro marciapiedi e ciclabili. per meglio organizzare l'appalto, si è deciso di dividere l'incarico in lotti, suddividendo il territorio comunale su sette lotti. negli anni precedenti questo tipo di appalto veniva suddiviso su undici lotti, alcuni di questi quest'anno sono stati accorpati. il progetto è stato redatto dagli uffici tecnici.

C'è un primo lotto cittadino, che riguarda rovereto centro, rovereto nord, santa maria e lizzanella. il secondo lotto riguarda invece l'area di sacco e san giorgio, assieme a noriglio. la parte urbana più a sud, con marco, lizzana e la zona industriale, è il terzo lotto, mentre il quarto è riservato alla viabilità principale, con le maggiori arterie di attraversamento. strade minori e stradine (viabilità secondaria) sono il quinto lotto, i successivi due lotti riguardano la montagna, rispettivamente la strada per il moietto e quella per lo zugna. le prestazioni riguardano il periodo dal 18 maggio al 1 luglio per il lotto 1, dal 13 maggio al 29 giugno per i lotti 2 e 3, e dal 18 maggio al 9 luglio per i lotti 4 e 5. in totale la spesa impegnata complessiva per ora è di 65 mila euro. dopo una gara, il primo lotto è stato assegnato alla cooperativa la sfera; la ditta civettini michele si è aggiudicata i lotti riguardanti sacco san giorgio, noriglio, marco, lizzana e zona industriale. la pulirapid di avio si occuperà di viabilità principale e secondaria e della strada per il moietto. la pulizia della strada per monte zugna è stato affidato al vivaio vallagarina.