Prende il via oggi lo sportello per le associazioni 

Riva. Portare avanti l’attività di volontariato è sempre più complicato. Gli adempimenti burocratici hanno raggiunto livelli quasi insormontabili ed è per questo che la Comunità di valle dell’Alto...

Riva. Portare avanti l’attività di volontariato è sempre più complicato. Gli adempimenti burocratici hanno raggiunto livelli quasi insormontabili ed è per questo che la Comunità di valle dell’Alto Garda e Ledro, su iniziativa del vicepresidente Carlo Pedergnana, ha deciso si affidarsi al Centro Servizi Volontari (Csv) del Trentino per fornire un aiuto concreto alle associazioni operanti sul territorio. Prende il via oggi, e proseguirà con un secondo appuntamento il 10 dicembre e poi ogni secondo e quarto martedì del mese, da gennaio in avanti, lo sportello territoriale per le associazioni che nasce sulla scorta di un esperimento che ha avuto esito positivo e che ora viene meglio strutturato.

Ieri mattina, negli uffici della Comunità di valle, si è svolta la presentazione dell’iniziativa. Accanto a Pedergnana il responsabile comunicazioni di Csv Andreas Fernandez. Lo sportello è già stato illustrato ai diretti interessati nel corso di un incontro che si è tenuto lo scorso 18 novembre e al quale hanno preso parte oltre cento rappresentanti delle associazioni. L’obiettivo di questo sportello è fornire una consulenza di tipo amministrativo, burocratico e fiscale anche e soprattutto in vista delle incombenze dettate dalla riforma del terzo settore, che andrà a regime nei prossimi mesi. «Ora partiamo e poi vediamo la risposta che arriva dall’utenza, e non è escluso che successivamente si allarghi il raggio d’azione ad altre tematiche, in primis quella della sicurezza», ha spiegato il vicepresidente Pedergnana. L’intenzione di Csv è di aprire, il prossimo anno, altri sportelli sul territorio provinciale.

Per poter beneficiare della consulenza gratuita dei commercialisti Kim Guarnati e Cristina Bazzoli (che si alterneranno) occorre iscriversi sul sito www.volontariatotrentino.it. Ogni incontro, che si terrà nella sede della Comunità di valle a Riva, avrà una durata di 45 minuti, e tutti i martedì ne verranno programmati quattro, dalle 14.30 alle 17.30.

«Ciò ci consentirà anche di avere una sorta di mappa delle associazioni presenti sul territorio, che molto spesso non si palesano e questo non ci consente di avere un proficuo e completo scambio di informazioni». GL.M.

©RIPRODUZIONE RISERVATA