il fatto

Piné, Villa Anita ritorna agibile dopo l’incendio della soffitta: rientrati i profughi ucraini evacuati

I vigili del fuoco hanno bonificato il locale e la struttura è nuovamente fruibile 



BASELGA DI PINE’. Sono rientrati nella struttura di Villa Anita, a Baselga di Piné, i profughi ucraini che stamane erano stati evacuati a causa di un incendio. Le fiamme si erano sviluppate nella soffitta, ma i vigili del fuoco di Pinè assieme ai colleghi di Fornace e Bedollo le hanno spente e hanno provveduto alla bonifica del locale, che è tornato agibile.

Ripristinata la situazione di sicurezza, si è potuto far rientrare le persone ospitate, una ventina, soprattutto mamme con bambini in fuga dalla guerra. Proprio oggi è atteso l'arrivo di un ulteriore gruppo nell'albergo che è capace di circa 40 posti.

La situazione è stata monitorata e seguita da vicino dal sindaco di Baselga di Piné, Alessandro Santuari.

















Cronaca







Dillo al Trentino