la decisione

Precipitazioni scarse, a Pellizzano arriva l’ordinanza contro lo spreco d’acqua

L’uso ammesso è esclusivamente quello domestico



TRENTO. La scarsità di precipitazioni ha reso l’acqua molto preziosa. Tanto da spingere il sindaco a firmare un’ordinanza per vietare di usare l’acqua per fini “non essenziali”.

La firma è quella di Francesca Tomaselli, primo cittadino di Pellizzano.

Che ordina che "L’utilizzo dell’acqua potabile sia esclusivamente per uso domestico con divieto di utilizzo per usi diversi non essenziali, al fine di evitare possibili emergenze idriche, preservando la maggior quantità di risorsa disponibile all’uso umano e alimentare”.

La ragione? la penuria di precipitazioni ha portato ad una significativa riduzione delle riserve idriche e diminuzione delle portate utilizzate dalle vasche di riserva;

















Montagna







Dillo al Trentino