L'ATLETA

Bruno Baggia con 85 titoli è l’orgoglio della Val di Sole 

L’omaggio. Il pluridecorato atleta ultraottantenne omaggiato dalla Comunità di Valle  in occasione di “Nonni in festa”, evento allietato dal monologo di Loredana Cont sulla terza età

di EVA POLLI

Dimaro. Dieci titoli mondiali, 15 europei, 60 titoli italiani. Tutto questo val bene una targa da parte della Val di Sole dove il pluridecorato Bruno Baggia, campione a tutto tondo, è nato e vive. Per questo riconoscimento la Comunità della Val di Sole ha pensato di cogliere l’occasione della manifestazione “Nonni in festa” di domenica scorsa, durante la quale Loredana Cont ha proposto con grande verve il divertente monologo “La terza età, che bella età!”. Sul palcoscenico del teatro di Dimaro è salito un emozionatissimo Bruno Baggia che nel 2019, a 85 anni, ha colto ben due dei titoli europei, uno il 7 settembre percorrendo i 1.500 metri su pista in 7 minuti, 6 secondi e 3 centesimi e l’altro il 13 settembre percorrendo i 5.000 metri su pista in 24 minuti, 50 secondi e 8 centesimi.

«Quando sento l’inno d’Italia - spiega Bruno - mi metto una mano sul cuore e dedico la vittoria a mia moglie Gina, perché è stata lei a trasmettermi questa passione per la corsa». Che Gina, scomparsa nel 2007, fosse un insostituibile pungolo per l’attività di questo campione solandro, lo conferma anche chi scrive, ricordando con quanto amore e quanta pazienza Gina cercasse fra le foto e le graduatorie che conservava con passione e cura indescrivibili e anche gli aneddoti riguardanti le gare di Bruno in tutto il mondo, da Buffalo vicino alle cascate del Niagara al Sud Africa, all’Inghilterra. Dunque l’affetto che il teatro stracolmo ha tributato a Bruno sicuramente era anche rivolto alla sua indimenticabile Gina.

Il pomeriggio è poi proseguito piacevolmente con le battute di Loredana Cont, inesauribile fonte di divertenti giochi di parole e battute a partire da quelle sugli anziani: «Certo che i tedeschi sono ben strani, per dire “vecchio” dicono “Alt”».

«Un mondo quello dei nonni imprescindibile, tanto importante, ha detto Fernando Panizza citando Fausto Brizzi, che addirittura dice: Credo che Dio il settimo giorno non sia andato in vacanza ma abbia inventato i nonni. E, accorgendosi che si trattava della più geniale delle sue creazioni, si sia preso una giornata libera per trascorrerla con loro». Questo spiega perché la Comunità di Valle e il Coordinamento dei circoli pensionati e anziani della Val di Sole, rappresentati sul palco dall’assessore alle politiche sociali Luciana Pedergnana e da Fernando Panizza, abbiano deciso che la manifestazione “Nonni in festa”, patrocinata anche dal Comune di Dimaro Folgarida, già sospesa il 17 novembre per maltempo, dovesse esser riproposta.