covid

“Maratona vaccinale” in Trentino: in due ore oltre 5mila appuntamenti prenotati

Il vaccino, per la terza dose, sarà Moderna. In caso di prima dose si potrà scegliere fra Moderna e Pfizer

TRENTO. In un’ora sono state 2.750 le prenotazioni. E’ iniziato bene la maratona di prenotazione per la terza dose di vaccino contro il Covid organizzata in Trentino. "Maratona” alla quale sono invitati a partecipare anche i trentino (70mila) che non hanno mai ricevuto una dose. 

Il “via alle prenotazione” è stato dato alle 18 e dopo mezz’ora erano 1.620 gli appuntamenti prenotati.

Dopo due ore le prenotazioni erano 5.100.

Alle 19 la quota di prenotazioni sfiorava quota 3mila. 

Per prenotare l’appuntamento gli over 40 devono essere trascorsi cinque mesi (150 giorni) dall’ultima somministrazione: sarà comunque il sistema del Cup a verificare in automatico le date delle dosi precedenti e a visualizzare le date prenotabili per il richiamo.

Come dose di richiamo in occasione della maratona vaccinale sarà somministrata metà dose di vaccino Moderna.

Potrà prenotarsi anche chi non ha ancora iniziato il ciclo vaccinale e in questo potrà scegliere tra Pfizer e Moderna.

Chi ha fatto come prima dose Janssen potrà prenotare il richiamo indipendentemente dall’età.

Nel caso delle prime dosi sarà possibile accedere ai centri vaccinali anche senza prenotazione preferibilmente dopo le ore 21.

Il suggerimento che arriva dall’Apss, è comunque quello di procedere sempre con la prenotazione al Cup online per evitare lunghe attese, facilitare la programmazione delle somministrazioni e il lavoro dei centri vaccinali.

Chi ha già fissato la terza dose in una data successiva all’8 dicembre può disdire l’appuntamento e riprenotare nei giorni della maratona vaccinale.

Nelle prossime ore il Cup invierà degli sms per invitare alla terza dose la popolazione target (circa 140mila persone) e segnalare la possibilità di disdire e riprenotare un appuntamento già fissato.

Dal 4 all’8 dicembre saranno quindi operativi i centri vaccinali sul territorio dalle 6 alle 24: ai dodici centri tradizionali si aggiungono gli ospedali, alcune Rsa e un nuovo hub vaccinale in via di allestimento a Lavis.

Gli orari dei vari centri vaccinali, soprattutto quelli più periferici, possono subire modifiche in base alle prenotazioni.