la tragedia

Danilo Lesti trovato morto sul Monte Piselli: l'alpino di Vipiteno era scomparso da venerdì

Il militare, in servizio presso il Quinto Reggimento Alpini di Vipiteno, era in vacanza in Abruzzo, sua terra di origine: con alcuni amici voleva aprire una nuova via di arrampicata



BOLZANO. La paura si è fatta tragedia. Il soccorso alpino della Guardia di finanza ha trovato il corpo di Danilo Lesti, l’alpino di 34 anni in servizio presso il Quinto Reggimento Alpini di Vipiteno. Era disperso dal pomeriggio di venerdì pomeriggio sul Monte Piselli, nel Teramano. 

Il militare, in vacanza in Abruzzo, sua terra di origine, approfittando della bella giornata, aveva deciso di andare sul Monte Piselli per un'arrampicata e, secondo i racconti di alcuni amici, stava cercando di aprire una nuova via ferrata. L'uomo però in serata non è rientrato a casa e non ha contattato i familiari, che lo hanno chiamato sul telefono cellulare che ha squillato a vuoto fino alle 4 di stamattina, quando ha smesso di funzionare. A quel punto sono iniziate le ricerche da parte del Soccorso alpino e speleologico abruzzese, con il supporto del centro mobile di coordinamento giunto dall’Umbria, della Guardia di finanza, del IX Reggimento alpini e dei Vigili del Fuoco di Teramo.

Purtroppo, le ricerche si sono concluse nella maniera più drammatica. Il corpo del militare è strato ritrovato a circa 500 metri dall’area in cui aveva parcheggiato l’auto venerdì.

Il giovane era originario di Sant’Egidio alla Vibrata (Teramo). 

















Cronaca







Dillo al Trentino