AGRICOLTURA

Coronavirus, la Coldiretti: collaborare con la Romania per i lavoratori stagionali

Il presidente regionale Barbacovi: in Trentino Alto Adige i rumeni sono i 3/4 del totale

TRENTO. Il presidente di Coldiretti Trentino Alto Adige, Gianluca Barbacovi, ritiene sia «di assoluta importanza l'iniziativa intrapresa da Coldiretti a livello nazionale di aprire un canale di collaborazione con la Romania rispetto ai lavoratori stagionali per l'agricoltura».

«L'obiettivo dei contatti bilaterali avviati tra il presidente della Coldiretti Ettore Prandini e l'ambasciatore romeno, George Bologan - sottolinea Barbacovi - è quello di favorire il coinvolgimento in agricoltura dei cittadini rumeni e di avviare una capillare campagna di informazione sulle garanzie di sicurezza e di protezione dei diritti offerte dalle aziende agricole».

Il blocco delle frontiere determinato dalle misure restrittive legate alla diffusione del coronavirus - ricorda Barbacovi - ha fatto venire meno la presenza di tutta la manodopera straniera che a livello locale rappresenta i 3/4 del totale degli oltre 30.000 raccoglitori. Di questi - aggiunge - significativa è la componente di nazionalità rumena.