i provvedimenti

Corona pass: arrivano le prime sanzioni. Due locali chiusi per 10 giorni

Ripetute violazioni delle norme anti-Covid, sospesa per dieci giorni l’attività in due esercizi di San Candido e Bressanone.

BOLZANO. Dieci giorni di sospensione dell’attività per due attività che non hanno rispettato le norme previste dal Corona Pass.

Sono queste le prime conseguenze  dei controlli eseguiti dalle forze dell’ordine per il rispetto delle misure previste dall’ordinanza provinciale numero 21 sui protocolli di sicurezza anti-Covid per bar, ristoranti ed esercizi ricettivi.

A causa del ripetersi delle violazioni, la Provincia ha emessso due provvedimenti di sospensione dell’attività per dieci giorni a carico di altrettanti esercizi: uno situato a San Candido, l’altro a Bressanone.

Già martedì scorso la Giunta provinciale aveva chiarito che entrambe le parti - sia gli esercizi che i clienti - sono obbligate a rispettare le regole e possono essere punite per inadempienza.

L’ordinanza numero 21 – spiega la Provincia  – lo prevede in modo chiaro. Di conseguenza, gli ospiti devono avere con loro il Corona-Pass o i documenti che certificano vaccinazione, guarigione dal Covid-19 oppure un test negativo. Gli operatori hanno l'obbligo di controllare i clienti: questo vale per il settore della ristorazione così come per tutte le altre attività previste.