MALTEMPO

Bolzano sotto il nubifragio: alberi caduti e fortissimi disagi

Pioggia fortissima, poi grandinata e raffiche di vento: diversi gli alberi caduti, allagato il sottopasso di via Mayr-Nusser. Chiusa via Santa Maddalena per un cipresso finito su una casa e poi in strada a causa di un fulmine. Allagati i sotterranei dell'ospedale San Maurizio

BOLZANO. Un violentissimo temporale  si è abbattuto su Bolzano. Ci sono state forti piogge, grandinate e raffiche di vento che hanno impegnato per tutta la notte i vigili del fuoco permanenti di Bolzano e diverse caserme di volontari dei vari quartieri.

I soli vigili del fuoco volontari di Bolzano sono stati impegnati in decine e decine di itnerventi per conto dei vigili del fuoco permanenti del capoluogo.

Il sottopasso di via Mayr-Nusser è stato inondato dalle forti piogge, con diversi veicoli bloccati nella massa d'acqua alta fino a un metro. Oltre ai veicoli, i vigili del fuoco hanno anche dovuto correre in aiuto di persone che erano bloccate in acqua nelle loro auto.

In via Santa Maddalena, invece, un cipresso è stato colpito da un fulmine vicino a un edificio residenziale, facendolo cadere sulla strada comunale sottostante. Anche il tetto di un edificio vicino è stato notevolmente danneggiato dalla caduta. Per mettere tutto in  sicurezza, l'albero è stato tagliato pezzo per pezzo dai vigili del fuoco per diverse ore. Dopo questo incidente, la strada per via Santa Maddalena è rimasta chiusa a tutto il traffico per precauzione.

All'ospedale San Maurizio di Bolzano, invece, diverse pompe per l'acqua bianca all'interno della struttura si sono riempite, causando inondazioni su larga scala nei locali tecnici sotterranei. I vigili del fuoco hanno dovuto usare le loro idropompe per ore.

Anche la strada per il Colle ha visto l'intervento dei vigili del fuoco per un albero caduto in mezzo. I vigili del fuoco volontari di Bolzano sono stati supportati nella gestione simultanea delle varie missioni dai vigili del fuoco volontari di Cardano. Anche i vigili del fuoco volontari di Gries e Aslago sono stati costantemente presenti nelle varie zone della città.

Secondo il meteorologo provinciale Dieter Peterlin sono caduti circa 3500 fulmini.