L’operazione

Blitz dei carabinieri a Merano: chiuso un ristorante in centro (che sui social era lodato)

I militari hanno trovato la cucina e il deposito alimenti in pessime condizioni igienico-sanitarie. E a Bressanone sanzioni ad un alimentari etnico

BOLZANO. Doppio intervento dei Carabinieri in Alto Adige, con l'aiuto dei Nas di Trento.

Il primo blitz è avvenuto a Merano, presso un ristorante-trattoria di Corso Libertà: i militari dell’Arma hanno trovato la cucina e il deposito per gli alimenti in pessime condizioni igienico-sanitarie, pareti ingiallite dai fumi di cottura, attrezzi sporchi, unto percolante dalla cappa di aspirazione e la cella frigo in cortile in una struttura fatiscente mai ristrutturata.

Al titolare sono state contestate le previste sanzioni amministrative e l’Azienda sanitaria ha già ordinato la sospensione dell’esercizio, contestualmente eseguita dai carabinieri.

Stessa sorte per un alimentari etnico in centro a Bressanone, che però ha scampato la chiusura non avendo irregolarità talmente gravi da imporla.

LEGGI QUI LA NOTIZIA COMPLETA