l’assessore ledrense fedrigotti 

«Azione 19, aumenta il nostro impegno»

LEDRO. Sono 33 i lavoratori stagionali (tra cui 6 donne), dei quali 15 a tempo pieno e 18 part-time, che l’amministrazione comunale di Ledro ha assunto nell’ambito del “Progettone” o Azione 19. I...

LEDRO. Sono 33 i lavoratori stagionali (tra cui 6 donne), dei quali 15 a tempo pieno e 18 part-time, che l’amministrazione comunale di Ledro ha assunto nell’ambito del “Progettone” o Azione 19. I settori d’impiego riguardano l’abbellimento urbano e rurale e la valorizzazione dei beni culturali ed artistici. Nel primo intervento sono impegnati dal 26 aprile al 9 novembre 28 lavoratori che suddivisi in quattro squadre operano nell’intera valle, da Tiarno di Sopra a Biacesa, e sono addetti a svariati interventi (sfalcio erba, pulizia dei sentieri, la posa e la cura dei fiori, il taglio di siepi e ramaglie). Inoltre collaborano all’allestimento delle strutture delle manifestazioni pubbliche. Per la valorizzazione dei beni culturali ed artistici saranno occupati dal 21 maggio al 19 ottobre 5 lavoratori, comprese 3 donne. La loro attività riguarderà la promozione, l’allestimento e la custodia di mostre, il riordino ed il recupero di testi e documenti di interesse storico o culturale. Saranno presenti in tre postazioni: l’ossario garibaldino a Bezzecca, il museo al biotopo dell'Ampola ed il centro visitatori “Mons. Mario Ferrari” a Tremalzo.

«Negli ultimi anni – osserva l’assessore Fabio Fedrigotti - la pressione dei lavoratori in ingresso al sistema “Azione 19” è aumentata in relazione all’innalzamento dell’età pensionabile ed alle maggiori difficoltà di accesso al mondo del lavoro, specialmente per persone affette da invalidità, dipendenze ed età avanzata. Quello dei lavori socialmente utili è uno strumento pensato per dare un aiuto alle fasce più deboli dei lavoratori, per consentire a chi è uscito dal contesto produttivo di lavorare, percepire un reddito e maturare i contributi per la pensione». La spesa è di 310.000 euro. (a.cad.)