Gallerie

IMMAGINI

Trento, una domenica quasi deserta in città. Le uniche persone le vedi al centro vaccini

Una Trento deserta o quasi, nella domenica delle Palme che dà inizio ai riti che accompagnano, durante la Settimana Santa, alla Pasqua di domenica 4 aprile e del Lunedì dell’Angelo, 5 aprile. Con il lokdown totale che tranne sabato 3, in cui sono permessi acquisti e poco altro, tutto rimarrà rigorosamente chiuso, bar, ristoranti ed esercizi d’asporto compresi. Oggi, domenica 28 marzo, complice anche l’ingresso dell’ora legale, la città come detto si è presentata nel suo aspetto più triste e solitario, con il cielo bigio, la temperatura non propriamente primaverile, qualche rada persona all’esterno della Casa del cioccolato e dei pochi bar aperri per l’asporto. Unica eccezione, a parte l’esterno delle chiese per il rito della consegna dei rami d’ulivo, in rigoroso distanziamento, la lunga coda di gente nel piazzale dei Trento Expo in via Briamasco 2, dove anche oggi sono proseguire le operazioni di somministrazione dei vaccini, prima dose e richiamo. Chiusi pure tutti i musei, castello del Buonconsiglio compreso, tranne i giardini che però non hanno richiamato certamente la folla che non c’era (foto e testo di Claudio Libera)

LE IMMAGINI

Due metri di neve, il Passo Sella isolato

Ecco alcuni scatti inviati dal gestore dell’hotel Maria Flora a Meteotriveneto e ricavati dalle webcam di dolomitesmeteo. "La riapertura non sarà sicuramente agevole, visti i quantitativi ed il rischio valanghe", scrivono il presidente di Meteotriveneto, Stefano Zamperin, e il socio Giampaolo Rizzonelli. "I quantitativi caduti sono pari mediamente a 180 cm, con punte di 230 cm perché a quelle altitudini il vento la fa da padrone, tant’è che difficilmente si trovano accumuli sui tetti dell’hotel, spazzato dalle raffiche, raffiche che hanno raggiunto i 70 km/h domenica mattina (aria calda in arrivo), i 90 km/h sabato sera (aria calda in arrivo) e gli 87 km/h venerdì. La temperatura tra venerdì scorso ed oggi ha oscillato tra i -9°C di minima ed i -1°C di massima, dal 1° dicembre il Passo Sella è sempre stato sotto lo zero. La temperatura percepita a causa dell’effetto del vento (wind chill) si è registrata questa notte con -18°C".









Cronaca









Dillo al Trentino