Linee elettriche interrate per prevenire un’altra Vaia 

Lavori in corso. Acsm ha fatto il punto in merito agli interventi necessari per scongiurare nuovi black-out come quelli causati in Primiero e nel Vanoi dalla tempesta dello scorso ottobre

Primiero. L’Azienda consorziale servizi municipalizzati (Acsm) di Primiero ha fatto il punto della situazione in merito allo stato degli importanti investimenti in corso nelle linee di distribuzione elettrica locali, in particolare finalizzati all’interramento di linee elettriche danneggiate dalla tempesta Vaia. Sono azioni che da un lato ridurranno i rischi di disalimentazioni elettriche in caso di nuovi eventi atmosferici intensi e dall’altro porteranno notevoli benefici sotto il profilo paesaggistico ed ambientale.

Gli obiettivi

«Per limitare il più possibile gli effetti di eventuali futuri eventi meteorologici particolarmente violenti come quello di fine ottobre 2018 – dice il direttore generale Acsm, Simone Canteri – sono in fase di realizzazione importanti opere nel settore della distribuzione di energia elettrica da parte di Azienda Reti Elettriche (Gruppo Acsm). Considerato che, come prevedono gli esperti in materia, la probabilità che in futuro la frequenza di tali eventi sia in aumento, è necessario attuare un programma di azioni mirate riguardanti principalmente le reti in Media Tensione gestite a 20.000 Volt, le quali, in caso di guasto, provocano interruzioni della fornitura particolarmente estese e prolungate. Tralasciando quindi gli interventi che capillarmente si stanno apportando alle reti in bassa tensione (400/220 Volt), abbiamo elencato i principali lavori attualmente in fase di esecuzione in quanto ritenuti più urgenti e strategici».

Ronco Fosse - Passo Brocon

Attualmente la linea aerea (di Set Distribuzione) esistente è stata riparata in più punti, in alcune tratte i cavi sono ancora a terra e molti sostegni sono danneggiati. Ultimati i lavori, la linea aerea verrà smantellata.

Passo Cereda - Sagron Mis

La nuova interrata, sempre di Set Distribuzione, passa per la frazione Matiuz, in modo da svincolare anche questa zona dal collegamento precario con l’Agordino. Linea da Caltena a Diga Val Noana e Falasorni: l’elettrodotto è attualmente soggetto a frequenti guasti e in molti tratti è di difficile accesso.

San Martino - Centrale

Zivertaghe - Località Le Rosse

Le due linee sono in grado di alimentare autonomamente le zone di San Martino di Castrozza e Passo Rolle anche nei periodi di punta invernale e in considerazione di eventuali nuovi sviluppi della zona; in concomitanza della posa dei cavidotti elettrici vengono inseriti nello stesso scavo le tubazioni idonee alla posa del collegamento in fibra ottica da Primiero a San Martino di Castrozza. Questo intervento, che comporta un investimento di ca 700.000 euro, è una prosecuzione del primo lotto realizzato prima della tempesta Vaia e che aveva comportato una spesa di circa 300.000 euro; entro il 2020 è previsto il completamento del terzo lotto, per un valore di ulteriori circa 200.000 euro.

I futuri interventi

Infine da segnalare che, in collaborazione con il Parco di aneveggio Pale di San Martino, è in programma la demolizione di parte dell’elettrodotto che collega il Passo Rolle con il Passo Valles passando per il Pian dei Casoni. Trattasi di territorio di straordinario valore ambientale che interessa la zona Juribello e Val Venegia; le domande per l’ottenimento delle autorizzazioni per l’esecuzione dei lavori sono in fase di valutazione da parte della Provincia. R.B.