La celebrano anche i produttori locali il 20 maggio 

Una giornata dedicata alle api

Pergine. Giornata mondiale delle api, mercoledì 20 maggio. L’evento viene ricordato da Apival, l’Associazione apicoltori della Valsugana con una nota nell’intento di sensibilizzare l’opinione...

Pergine. Giornata mondiale delle api, mercoledì 20 maggio. L’evento viene ricordato da Apival, l’Associazione apicoltori della Valsugana con una nota nell’intento di sensibilizzare l’opinione pubblica sul ruolo fondamentale del settore. Apival rappresenta una risorsa economica oltre che testimonianza nella catena alimentare e nella conservazione della biodiversità, ma poco conosciuta negli aspetti legati al delicato equilibrio ambientale.

Stagione passata e stagione futura. E’ Christian Martinello a intervenire. «Se la stagione 2019 è stata sostanzialmente una sorta di disastro per le molte avversità, dice, quella che sta avanzando sembra essere buona. Il polline è particolarmente abbondante, il lavoro delle api (e degli altri insetti) si preannuncia quindi molto intenso. La fioritura è buona, anche se occorrerà attendere ancora qualche giorno per vederne i risultati». Pergine, ma non solo, da qualche anno è centro di molte iniziative riguardanti il miele e le api con manifestazioni e iniziative interessanti anche dal punto di vista didattico e di dimostrazione, specie in ottobre. Questo su una felice intuizione di qualche anno fa: piazza Fruet e poi il Parco Tre castagni ha ospitato queste manifestazioni “lanciando” i prodotti anche con l’intervento della Pro Loco. Il miele e le api sono quindi diventate un momento importante.

Christian Martinello, esperto appunto di Apival, nel cogliere l’occasione della “Giornata” affronta l’argomento nei suoi più vari aspetti: la grande famiglia delle api, la catena alimentare, la biodiversità, di declino e di difficoltà nella gestione dell’impollinazione, dei frutteti. R.G.