il fatto

Canazei, rimane “a galla” mentre la valanga lo trascina a valle: salvo free rider di 25 anni

Il giovane, di Vallelaghi, è stato trasportato al Santa Chiara con l’elicottero: ha riportato un possibile trauma di bacino (foto Soccorso alpino e speleologico trentino)



CANAZEI. Si è salvato riuscendo a rimanere a galla mentre la valanga lo trascinava a valle il 25enne travolto nel primo pomeriggio sopra Canazei, vicino alle piste del Belvedere, nella zona della baita Fredarola. Il giovane, un free rider di Vallelaghi, è finito 100 metri più a valle semisepolto.

Sul posto sono intervenuti gli uomini del soccorso piste della Polizia e un elicottero di Trentino emergenza.

Il giovane, residente a Vallelaghi, è stato trasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento, cosciente e con un possibile trauma di bacino.

La valanga - lunga circa 400 metri - si è staccata lungo un canalone a valle del rifugio.

La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata intorno alle 14.45 dai compagni che erano con lui.

La Centrale Unica di Trentino Emergenza, con il coordinatore dell'Area operativa Trentino settentrionale del Soccorso Alpino e Speleologico, ha chiesto l'intervento dell'elicottero, mentre in piazzola si rendevano disponibili gli operatori della Stazione Alta Val di Fassa. Nel frattempo, sul posto dell'incidente sono arrivati gli operatori del Soccorso piste della Polizia di Stato, data la vicinanza degli impianti di risalita.

L'elicottero ha sbarcato in hovering il tecnico di elisoccorso con l'equipe medica e l'unità cinofila del Soccorso Alpino di turno al nucleo elicotteri durante la stagione invernale. Mentre i sanitari prestavano le prima cure all'infortunato, l'unità cinofila ha bonificato la valanga, per verificare la presenza di eventuali altri soccorritori. Infine, l'elicottero ha recuperato a bordo con il verricello l'equipaggio con l'infortunato, per trasferirlo all'ospedale Santa Chiara di Trento.

















Montagna







Dillo al Trentino