sanità

Tumore al seno, a Trento incontri e confronti privati con i medici per la campagna Lilt «Nastro Rosa»

Torna la campagna di sensibilizzazione. Gli organizzatori: «Consapevolezza del proprio corpo a partire dall’auto-controllo e da stili di vita sani, sommata agli esami per la diagnosi precoce, può fare la differenza»



TRENTO. Il tumore al seno è il tipo di cancro più comune nelle donne in Italia con circa 55.000 diagnosi stimate ogni anno. A permettere la sopravvivenza nell’88% dei casi sono i progressi scientifici nelle cure, ma anche una sempre maggiore consapevolezza dell’autocontrollo e degli esami di diagnosi precoce.

Lo riporta un comunicato Lilt, citando i dati dell’Associazione Italiana Oncologia Medica. Mediamente, per una donna italiana, il rischio di ammalarsi nel corso della vita è oggi del 13%: circa 1 donna su 45 si ammala entro i 50 anni, 1 su 19 tra i 50 e i 69, 1 su 23 sopra i 70 anni.
Possibilità che possono essere ridotte con prevenzione e diagnosi precoce del tumore al seno, celebrata in tutto il mondo.

È partendo a queste basi che a Trento torna la campagna “LILT for Women – Nastro Rosa” con incontri e confronti privati con i medici di Senologia e di Oncologia dell’Ospedale Santa Chiara di Trento per imparare a conoscere il proprio seno, i segnali d’allarme e le tecniche di autocontrollo.

Gli incontri si terranno mercoledì 19, giovedì 20, venerdì 21 e sabato 22 ottobre presso la Sala Conferenze della Fondazione Caritro, in via Calepina 1. L’iniziativa è rivolta alle donne fino ai 49 anni e dopo i 69 – fasce attualmente escluse dallo screening mammografico APSS.

Le visite, svolte con l’aiuto del Lions Club Trento del Concilio, sono gratuite ma solo su prenotazione allo 0461 922733.
Lo stesso servizio sarà offerto anche presso le sedi delle Delegazioni LILT (per conoscerle: www.lilttrento.it)

Tra le altre attività il Bra Day, venerdì 14 ottobre dalle 16 alle 19 al Santa Chiara, l’incontro con i medici di Chirurgia Plastica Ricostruttiva e Senologica APSS disponibili ad incontrare le signore che hanno subìto o che dovranno subire la ricostruzione mammaria; lo stesso giorno, all’Auditorium delle Scuole Superiori di Tione, alle ore 20 l’appuntamento è con la dott.ssa Paola Bondioli, per un approfondimento su prevenzione, sintomi e cure. Sabato 15 ottobre ore 15 a Rovereto “5km in rosa - in ricordo della dott.ssa Sara Franzoi in Del Dot” una passeggiata in città per sottolineare l’importanza della prevenzione (partenza dalle Scuole Medie Filzi). Sempre sabato 15 a Borgo Valsugana si festeggerà anche il 20° anniversario della Delegazione LILT locale, con una serata che inizia ad ore 20.30 presso l’Auditorium Oratorio Bellesini e che sarà allietata dal coro femminile (Mis)Sonanti. Mercoledì 19 ottobre a Cles – ore 20.30 sala Borghesi Bertolla - ci si incontra per presentare i servizi LILT di agopuntura e di fisioterapia, con intermezzi musicali del Recovery Grop.

Ad oggi sono 61 i Comuni trentini che, illuminando o decorando in rosa luoghi significativi, hanno aderito alla Campagna di LILT e diffondono così il messaggio di sensibilizzazione.

















Cronaca







Dillo al Trentino