il caso

Paura alla Vela: c’è un folle in circolazione armato di balestra. Pastore tedesco ferito al petto

La denuncia del padrone: Asia è stata presa di mira tre volte, due colpi sono andati a segno (foto repertorio Ansa)


di Daniele Peretti


TRENTO. C’è un inquietante quanto pericoloso personaggio che si aggira per l’abitato della Vela con una balestra o un arco e colpisce con una freccia un cane incolpevole. Accade quando ancora è giorno: il fatto più grave è successo alle 20 di due giorni fa, quando la gente era ancora in giro per la frazione: un colpo e via forse scoccato da una macchina, così da poter fuggire via più velocemente.

Asia, questo è il nome del pastore tedesco, in cinque mesi è stata “presa di mira” tre volte. La prima freccia è andata a vuoto ed il proprietario l’ha trovata conficcata in un albero del giardino; la seconda l’ha colpita ad una zampa e la terza l’ha ferita gravemente al petto.

Asia non è ancora fuori pericolo, ma è ricoverata in una clinica veterinaria della Piana Rotaliana: le sono state applicate due valvole ad un polmone per saturare il foro di entrata ed uscita della freccia che le ha sfiorato il cuore. Pur colpita, non ha abbaiato, ma è corsa impaurita per il cortile di casa fino a quando il suo padrone non si è accorto della situazione e l’ha soccorsa.

In un primo momento si era pensato che la frecce potessero essere scagliate da una finestra delle case dei vicini, ma poi da una verifica più attenta la traiettoria più logica è quella orizzontale ed è per questo che si pensa ad un lancio dalla strada.

L’attenzione alla Vela è alta: l’unica colpa che Asia potrebbe avere è quella di abbaiare, specialmente quando qualcuno a piedi o in bicicletta passa davanti al cancello di casa ed il timore è che il folle personaggio possa rivolgere la propria attenzione a qualche umano che rumoreggia un po' troppo.

La denuncia di M.G. a Zampa Trentina: «Ennesima freccia sparata da una balestra su una cagnolona pastore tedesca con la sola colpa di abbaiare da dietro il cancello del suo cortile. Sì, è la terza freccia che gli arriva. La prima è andata a vuoto, la seconda invece si è conficcata nella zampa anteriore e la terza, ieri notte, gli ha passato il torace sfiorando il cuore e bucando il polmone. Sicuramente si tratta di un vicino che colpisce da un balcone o una finestra. Asia ora è stata operata ma non sta bene. Speriamo almeno che qualcuno si muova per fermare questo pazzoide che si diverte a uccidere una povera creatura. Chissà, magari qualcuno lo ha notato e non ha il coraggio di dirlo. Almeno lo faccia in forma anonima. Vela di Trento. Rettifico. Ho controllato la presunta traiettoria della freccia e penso sia partita dalla stradina e non dalle finestre delle abitazioni. Perciò questo individuo gira per strada con una balestra sotto la giacca».

















Cronaca







Dillo al Trentino