La decisione

Omicidio Perraro, Manfrini torna in carcere

Revocati i domiciliari all’uomo condannato all’ergastolo per aver ucciso la moglie nel 2019

TRENTO. Marco Manfrini, condannato due settimane fa all’ergastolo per l’omicidio della moglie Eleonora Perraro, torna in carcere.

Finora all’uomo erano stati concessi gli arresti domiciliari nella sua casa di Rovereto, ma la misura è stata revocata dalla Corte d’Assise per il rischio di fuga legato alla pesante condanna. Manfrini è stato portato nel carcere di Spini. 

Una decisione contro la quale l'avvocata di Manfrini, Elena Cainelli, ha già annunciato ricorso.

Il cinquantenne di Rovereto è stato condannato alla pena massima per omicidio volontario aggravato per la morte della

moglie Eleonora Perraro avvenuta nella notte tra il 4 e il 5

settembre del 2019 a Nago Torbole. La donna fu trovata senza vita al mattino e Manfrini ha sempre negato di averla uccisa. L’autopsia ha rivelato che la donna è stata picchiata, presa a morsi e infine strangolata.