dillo al trentino

«Noi, bloccati per ore nel parcheggio dopo il concerto di Vasco»

La segnalazione: «Le 1000 autovetture presenti nel P9 Desert est sono rimaste all'interno dall'1 alle 4, senza possibilità di alcun tipo di movimento». Avete una segnalazione? Mandate una mail a dilloaltrentino@giornaletrentino.it

LA MAPPA INTERATTIVA DELLE SEGNALAZIONI

TUTTI GLI ARTICOLI DI «DILLO AL TRENTINO»



TRENTO. C’è un parcheggio che, come è stato segnalato ieri, più di altri ha patito la fuoriuscita del fiume di fan dalla Trentino Music Arena dopo il concerto di Vasco Rossi. E’ il parcheggio P9 Desert est, nel quale era in sosta anche la vettura anche di una nostra lettrice, Fede, che racconta la sua disavventura in una mail a dilloaltrentino@giornaletrentino.it.

“Le autovetture presenti nel parcheggio sono rimaste all'interno dello stesso dall'1 alle 4, senza possibilità di alcun tipo di movimento. Il personale presente, che a suo dire non era quello preposto per la gestione di tale parcheggio, non è stato in grado di dare spiegazioni e di fare viabilità in tale situazione: la maggior parte erano volontari/ vigili del fuoco, i quali continuavano solo a ripetere che non dovevano trovarsi lì”, scrive nella mail Fede.

LA MAPPA INTERATTIVA DELLE SEGNALAZIONI

La lettrice sottolinea come fosse impossibile muoversi: "Una situazione imbarazzante e spiacevole nel gestire le 1000 autovetture per il deflusso da un parcheggio; parcheggio con una sola uscita dove transitava una macchina alla volta. Dopo averci trattenuto all'interno inspiegabilmente, le prime ad uscire ci hanno messo non meno di 3 ore”.

TUTTI GLI ARTICOLI DI «DILLO AL TRENTINO»

Fede racconta il disagio patito: “Non è stato comodo rimanere bloccati per così tanto tempo senza vie di fuga e in un'area priva di servizi igienici. Non è stata questione di carenza di personale, in quanto al cancello c'erano non meno di 15 persone suddivise in gruppetti a chiacchierare, senza alcun tipo di preoccupazione. Se si vogliono continuare a fare eventi di questo calibro è il caso che qualcuno si preoccupi”.

















Cronaca







Dillo al Trentino