TECNOLOGIA IN CAMPAGNA

Le vigne comunicano emozioni con l'intelligenza artificiale

Lanciato il progetto "Talking Vine": si basa su sensori applicati nei vigneti che comunicano il loro stato di salute agli appassionati



TRENTO. Lanciato oggi il progetto 'Talking Vine', frutto della collaborazione tra Eledia UniTN - Disi e l'azienda agricola Pisoni. Questo nuovo e inedito strumento - grazie all'Intelligenza artificiale - riesce a tradurre in emozioni umane lo stato delle vigne, processando ed elaborando i dati raccolti da un'infrastruttura di sensori collocati nei vigneti.

«Ai tempi del Covid19, un'opportunità per ridurre le distanze e per aumentare la consapevolezza sull'importanza del clima - e dei suoi cambiamenti - nella viticoltura, e sulla necessità di pratiche intelligenti e sostenibili», dicono i promotori dell'iniziativa.

I messaggi dalle vigne «parlanti» saranno ricevuti da centinaia di amanti del vino che, nel 2018, hanno sostenuto il progetto di crowdfunding 'Pisoni Your Vine, Your Wine', dando il proprio nome a una parte delle 5.000 vigne di un nuovo vigneto sulla collina di San Siro, dedicato alla produzione del Reboro.

I messaggi saranno il frutto dell'elaborazione automatizzata da parte di un'applicazione software - realizzata dai ricercatori del team di Eledia - dei dati raccolti nel vigneto, relativi a umidità, precipitazioni, temperatura dell'aria e del suolo.

















Cronaca







Dillo al Trentino