IL BOTTA E RISPOSTA

Covid, Fugatti: la novità sulle mascherine non è un "liberi tutti"

Il governatore trentino risponde al sindaco di Trento Franco Ianeselli: "Va tenuta in tasca e indossata se si incontra qualcuno"

TRENTO. "Da parte mia nella gestione del Covid polemiche zero". Lo ha detto il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, in videoconferenza, in merito a quanto scritto dal sindaco di Trento, Franco Ianeselli, che su Facebook ha rivolto un appello ai cittadini affinché continuino ad indossare sempre la mascherina all'aperto.

"È decaduta un'ordinanza, la 54 del 14 novembre sul tema delle mascherine. Noi l'avevamo fatta per rafforzare la situazione rispetto ad una zona gialla dove, prima del 14 novembre, non era obbligatoria la mascherina all'aperto.

Noi ieri abbiamo detto che la mascherina la porti con te se vai fuori, se sei da solo non serve usare la mascherina. Se incontri altre persone non conviventi devi indossarla.

Caduta questa ordinanza non vale più il fatto che se tu sei da solo devi indossare la mascherina. Come accade a livello nazionale, perché nel Dpcm che il Governo sta facendo prevede questo, cioè che se tu incontri qualcuno la mascherina devi averla in tasca e devi indossarla.

Questa è la regola che non è un liberi tutti. Vale che se tu incontri qualcuno che non conosci o se sei in una zona dove è forte l'assembramento o sei sei in una via dove c'è un forte via vai di persone, avendo tu l'obbligo di avere la mascherina in tasca, è chiaro che la indossi.

Se sei in una via dove non c'è nessuno o dove le persone sono a distanza puoi non indossare la mascherina. Come era prima del 14 novembre e come è a livello nazionale", ha aggiunto Fugatti.