Fierozzo ora può contare su un nuovo polo sportivo 

L’inaugurazione. Consegnato ieri alla comunità il complesso che comprende palestra, campo da calcetto e parcheggio. La festa in occasione delle celebrazioni per il patrono

di Roberto Gerola

Fierozzo. Uno sbancamento di oltre 10.000 mc di materiale, uno scavo di 13 m di altezza, una palestra alta 8 metri e regolamentare (400 mq) con finestre strette e verticali verso la valle. Poi, locali di servizi scale di accesso dall’alto, due manufatti esterni per accesso e cucine; sul retro un secondo piazzale.

Il progetto realizzato

Questo sostanzialmente il nuovo polo sportivo (2,5 milioni di euro interamente finanziati dalla Provincia) di Fierozzo inaugurato ieri in occasione della festa patronale con la chiesa dedicata a San Lorenzo. Cerimonia ufficiale con taglio del nastro da parte del sindaco Luca Moltrer insieme agli altri tre sindaci della Valle ed altre autorità, tecnici, progettisti, dirigenti, impresari.

La storia

La “storia” del polo sportivo è stata narrata dal sindaco Luca Moltrer che ha ricordato innanzitutto come l’opera era stata voluta dall’allora sindaco Diego Moltrer (poi divenuto presidente del consiglio regionale) e si parla di una decina di anni fa. Dopo una prima ipotesi di realizzare il polo nella zona Vlaistek, si è preferito l’area anche se molto ripida dietro la chiesa e di fronte alla scuola. Finanziamento provinciale attraverso i Patti territoriali, iter burocratico, progettazioni, appalto e sbancamento (con la Moltrer scavi), poi costruzione da parte della Df Costrizioni di Lavis con tutta la palestra interrata e coperta da una soletta che funge da piazzale (campo da calcetto e parcheggio) con accesso (di fronte alle scuole) dalla strada provinciale per Palù. “Una struttura sportiva e per le feste, ha detto il sindaco Luca Moltrer, che è spazio strategico a servizio soprattutto delle due scuole vicine ma anche della popolazione di tutta la valle”. Ha ricordato anche che tutti gli spazi verdi, con sistemazione scalinata e i camminamenti erano stati realizzati dal Servizio valorizzazione ambientale. Numerosi gli interventi successivi (da parte dei tecnici) ma anche quello di Giorgio Torgler, presidente onorario del Coni trentino, che ha puntato proprio sull’uso del polo sportivo da parte dei giovani come luogo soprattutto di gioco.

Un nuovo servizio

La nuova struttura viene così a completare i servizi di Fierozzo, dopo la scuola per l’infanzia, la scuola elementare e il centro polifunzionale. Un nuovo centro aggregativo dove si può praticare sport, ma soprattutto far incontrare la comunità e dare soprattutto ai giovani un’occasione in più per stare assieme.

La cerimonia di inaugurazione si è svolta dopo la parte religiosa della giornata con don Daniele Laghi a celebrare la Messa solenne in onore di San Lorenzo, seguita dalla processione con la statua del santo che ancora una volta ha rispettato le antiche tradizioni con gli uomini portatori vestiti delle monture tipiche di un tempo, le bambine – angioletti che lanciavano i petali di rose in una coreografia solenne. Sfilata per il paese con i gonfaloni, e al seguito, alpini, pompieri, coro, autorità, un folto gruppo di scout - guide e fedeli.