I tirocini all’estero degli studenti nella gara dei video

Tione. I tirocini esteri degli studenti dell’Istituto di Istruzione “L.Guetti” di Tione diventano un video che rappresenterà le Giudicarie all’interno di una sfida fra Comunità di valle dal sapore...

Tione. I tirocini esteri degli studenti dell’Istituto di Istruzione “L.Guetti” di Tione diventano un video che rappresenterà le Giudicarie all’interno di una sfida fra Comunità di valle dal sapore decisamente europeo. Stiamo parlando di un evento collegato all’iniziativa “Trentino = Europa”, finanziata dalla Commissione europea e organizzato dal centro d’informazione Europe Direct Trentino del Servizio Pianificazione strategica e programmazione europea della Provincia. In programma c’è anche la sfida fra 7 Comunità di Valle, che si confronteranno presentando altrettanti progetti differenziati per tematica e riassunti tramite un videoclip. Il voto, aperto a tutti, avverrà su internet e il vincitore sarà determinato dalla quantità di “like” conseguiti.

Il video proposto dai ragazzi dell’istituto Guetti porta il titolo “Internships Abroad” (in italiano “Tirocinio all’estero” Ndr) e riassume l’esperienza di 40 studenti che hanno svolto un periodo di formazione lavorativa fra Londra, Malta, Svezia e Scozia. Le “operazioni di voto” sono cominciate ieri e resteranno aperte fino a domenica 20 dicembre. Per partecipare basta accedere alla pagina Facebook di EuropeDirect Trentino (https://www.facebook.com/EuropeDirectTrentino) e mettere like al video preferito. La comunità vincitrice sarà annunciata il 21 dicembre.

Secondo il commissario della Comunità giudicariese, Giorgio Butterini, «la possibilità di trascorrere dei periodi all’estero, alternando studio e lavoro, ha rappresentato un’opportunità di arricchimento culturale, professionale e umano per gli studenti coinvolti nel progetto, ma anche per il territorio da cui provengono: il progresso, l’innovazione e la modernità possono infatti essere veicolati all’interno della rete europea soprattutto tramite l’importazione e l’esportazione di esperienze virtuose, di cui i nostri giovani sono possono diventare efficaci ambasciatori, anche nella prospettiva di offrire un concreto contributo di crescita al Trentino». S.M.