IL BILANCIO

Coronavirus, in Trentino zero vittime. Tamponi su tutti i residenti nei 15 comuni ad alto contagio

L'aggiornamento a giovedì 21 maggio. I nuovi contagi sono 15. Eseguiti finora 74 mila tamponi, sul 13,9% della popolazione. Movida, Fugatti richiama i giovani: "Sta tutto nel senso di responsabilità dei singoli. Ma il rischio è di tornare a casa"

TRENTO. Nessun decesso e 15 persone contagiate dal Covid-19 nelle ultime 24 ore in Trentino. Il bilancio è stato fornito oggi, giovedì 21 maggio 2020, dalla Provincia. I tamponi fatti sono stati 1878.

In terapia intensiva solo 6 persone: "Un dato centrale nella gestione sanitaria", ha detto il governatore Fugatti.

Eseguiti finora 74 mila i tamponi, il 13,9% della popolazione. Siamo all'11% in Veneto, al 9,2 in Friuli.

"Una quindicina i comuni che superano il 2% di positività di diverse valli dove sarà eseguito uno screening (tamponi), che riguarderà tutta la popolazione, per cica 32 mila abitanti. Lo facciamo perché siamo in grado di farlo e per cercare di capire dove può andare il contagio. Un lavoro che sarà eseguito nelle prossime 3-4 settimane. Dai territori arrivano tante richieste e dobbiamo dare risposte. Ovviamente è su base volontaria. Tra questi Mazzin, San Jan e Soraga. Abbiamo coinvolto anche Moena".

 

Turismo e centri benessere: "Occorre una particolare attenzione per la riapertura", ha detto Fugatti (nel protocollo sul turismo è per ora vietata la fruizione di piscine e centri wellness).

 

Sui giovani e la movida, Fugatti ha detto di capire la volontà di aggregazione e divertimento ma ha aggiunto: "Non possiamo fare finta di nulla. Ne ho parlato con il commissario del Governo. Non possiamo neanche pretendere che i gestori dei locali facciano controlli. Sta tutto nel senso di responsabilità dei singoli. Ma il rischio è tornare a casa. Quindi se c'è da bere una birra, fatelo restando un po' distanti e rispettando le regole".