IL LUTTO

Addio al dottor Carlo Spagnolli, medico missionario dal grande cuore

Si è spento a 70 anni, dieci anni dopo l'amata moglie infermiera Angelina. Cordoglio nel mondo della solidarietà trentino. LE IMMAGINI: Una vita spesa per l'Africa



ROVERETO. Vasto cordoglio per la scomparsa di Carlo Spagnolli, il medico missionario laico che si è spento a 70 anni ieri alla clinica Solatrix di Rovereto.

La notizia ha destato dolore non soltanto nei moltissimi roveretani che l’hanno conosciuto e sostenuto attraverso l’Associazione Spagnolli-Bazzoni, ma anche in tutto il Trentino dove contava (e conterà ancora) su molti amici e sostenitori (come il gruppo missionario Folgaria e Life Line Dolomites della Val di Fassa).

Addio a Carlo Spagnolli, una vita spesa per l'Africa

Il Trentino piange una persona di grande umanità e impegno a favore dei deboli. Ecco alcune immagini di Matteo Festi per ricordare il missionario laico roveretano. LEGGI L'ARTICOLO

Figlio del senatore Giovanni, Carlo Spagnolli era una persona di grande umanità e dal cuore grande. E' scomparso esattamente a dieci anni di distanza dalla morte della moglie Angelina, infermiera ugandese conosciuta all’ospedale di Gulu, a pochi giorni dall’anniversario che cade l’11 febbraio. Lascia i figli Giovanni ed Elisa (l’altro, Francesco, pilota negli Stati Uniti, è atteso per oggi o domani), il fratello Paolo e la sorella Giovanna.

















Cronaca







Dillo al Trentino