ambiente

Duecento nuovi alberi per la Panarotta

Dono dell’Asuc di Pergine e Piné che ha messo a dimora larici, aceri montani e sorbi dell’uccellatore

di Daniele Peretti

PERGINE. Duecento alberelli di larice, acero montano e sorbo dell'uccellatore sono stati messi a dimora sulla Panarotta nell’ ambito del progetto di piantumazione che vede impegnati il gruppo Vaier, l’Asuc di Pergine e Piné, la start up Vaia,  rappresentanti dell’amministrazione comunale, del Corpo Forestale Provinciale e Nazionale del Servizio di Custodia Forestale.

Tutti hanno dato il loro contributo per piantare gli alberelli. Numerosi i partecipanti alla cerimonia che si è svolta domenica 18 luglio, anche se il meteo non induceva all’ottimismo ed alla fine per tutti è stato un week end all’insegna del divertimento e della festa.

Durante il pomeriggio spazio alla presentazione di come è nato e di come viene prodotto il Vaia Cube,a seguire la cena organizzata allo Chalet Panarotta e alla Ristomalga Montagna Granda, che hanno accolto i partecipanti che hanno poi assistito ad uno stupendo tramonto, cornice introduttiva allo spettacolo teatrale di Ugo Dighero e Daniele Ronco "Un pianeta ci vuole.. c'è nessuno?", che ha concluso alla grande la giornata.

Da parte delle Asuc di Pergine e Pinè un ringraziamento a tutti i partecipanti ed un invito a tutti quelli che vorranno aggiungersi in altre occasioni future, che sicuramente non mancheranno.