La manifestazione

A Levico uomini in marcia contro la violenza di genere

Vestiti di nero e con le scarpe rosse, il 23 luglio sfileranno in silenzio tenendo per mano una donna 

LEVICO. Uomini vestiti di nero e con le scarpe rosse, sfileranno tenendo una donna per mano.

Si intitola “1000 passi contro la violenza” ed è la prima edizione di una manifestazione, silenziosa, che vuole sensibilizzare tutti sul grave problema della violenza contro le donne.

Organizzata da Antonella Dell’Agnolo, Giorgio Pedrotti, Alessandro Facchin, meglio conosciuto come “Alex Cialdo”, prevede il ritrovo al parco secolare Asburgico della città termale verso le 20.30, per prendere poi il via attorno alle 21. L’amministrazione comunale di Levico Terme ha autorizzato la manifestazione, grazie all’azione intrapresa in prima persona dall’assessora Monica Moschen; questa sarà la prima azione pubblica in Trentino ma altre ne seguiranno nelle località turistiche e non.

L’azione prevede che gli uomini, vestiti di nero e con le scarpe rosse, sfilino in silenzio prendendo ognuno per mano una donna, sia essa moglie, sorella, figlia, nipote, compagna di scuola o altro. Ogni uomo avrà scritto sul palmo della mano “No alla violenza “in varie lingue; il corteo si snoderà per le vie del centro storico seguendo il percorso che è stato indicato dalla Polizia Locale,effettuando molte soste, nel corso delle quali i protagonisti dialogheranno  con i residenti ed i turisti che già affollano la località termale.

Tutte le misure e le prevenzioni antipandemia sono state previste e verranno adottate. L’auspicio è che altri comuni e regioni prendano esempio e si adeguino, effettuando nei loro contesti un’azione simile, semplice, pacifica ma dal profondo significato. C.L.