La nuova cultura secondo Bisesti 

Stati generali il 22 novembre. Gli esperti: «Offerta troppo frammentata e management vecchio. Eccessiva separazione tra cultura “alta” e “bassa”». L’assessore Bisesti: «I giovani diventino produttori, non solo fruitori»