MALTEMPO

Vaia, in Trentino stimati danni per 47 milioni di euro

Lo rende noto il dirigente delle Grandi opere e ricostruzione della Provincia Raffaele De Col

TRENTO. La stima per i danni subiti dai privati durante la tempesta Vaia è attorno ai 22 milioni e 790.000 euro. Per i boschi, invece, i danni stimati (viabilità forestale, infrastrutture, piazzali e monitoraggi fitosanitari) ammontano a 25 milioni di euro. Si tratta, appunto, di una stima, «soprattutto perché non sappiamo ancora come Vaia abbia cambiato l'assetto del territorio», ha dichiarato il dirigente delle Grandi opere e ricostruzione della Provincia, Raffaele De Col, nel corso di una conferenza stampa in Consiglio provinciale a Trento.

I piani di intervento per quella che è stata definita la somma urgenza superano gli 80 milioni di euro, mentre quelli destinati alla prevenzione sono 86. Per ciò che riguarda i finanziamenti, su una cifra complessiva di 360 milioni, 230 vengono dalle casse statali e, notizia di questi giorni, 15 dall'Unione europea. Per Dimaro, ha ricordato De Col, si è elaborato un piano di delocalizzazione che servirà a liberare un'intera area da tutte le infrastrutture esistenti per la sistemazione del rio Rotian e che avrà un costo di 15 milioni di euro. Per quanto riguarda le domande di indennizzo, De Col ha ricordato che sono state 1.500, tutte sono state analizzate e 798 evase per un totale di 8 milioni e 462.000 euro.