COMMERCIO

Trento, in centro storico locali gratuiti per i giovani imprenditori 

Progetto congiunto Comune-Itea: il bando è per tre progetti, quattro gli spazi ceduti per 3 anni in comodato. “Mestieri e cultura” punta ad arginare il fenomeno dello svuotamento del centro incentivando le nuove generazioni

di CLAUDIO LIBERA

TRENTO. Presentazione estiva di un progetto innovativo, pilota e sperimentale per la nostra provincia, che propone nella città capoluogo un’offerta frutto di sinergia tra amministrazione comunale ed Itea, dal titolo “Mestieri e cultura”. Si tratta di un progetto di welfare generativo, presentato dalla vicesindaca Mariachiara Franzoia, col presidente Itea Salvatore Ghirardini e le funzionarie del Servizio cultura turismo e politiche giovanili Clara Campostrini e Tiziana Pedrel.

Comodato d’uso di quattro locali

Il progetto prevede che vengano affidati degli spazi in comodato gratuito per 3 anni, che potranno essere prolungati di 2, per ospitare una proposta imprenditoriale, economica e commerciale auto sostenibile ed un’offerta di attività socioculturale come servizi al quartiere, iniziative culturali ed aggregative. Come è stato spiegato, “saranno dei capisaldi, postazioni di presidio del territorio in zone centrali ma un poco neglette”. Si tratta degli spazi al piano terra e primo piano di via Roma 56 e dei civici 58-60-62 al pianterreno della stessa via, di proprietà Itea. Gli altri due spazi, comunali, che saranno assegnati ad un unico progetto, si trovano al pianterreno di via Belenzani 52-56, con la possibilità di utilizzo del cortile interno.

A chi è rivolto

Il bando si rivolge a giovani imprenditori, start up già o non ancora costituite, la cui partecipazione del controllo e della proprietà sia detenuta in prevalenza da persone di età inferiore ai 35 anni, con sede legale ed operativa in provincia. Al termine dei tre anni, più eventuali altri due, l’affido potrà essere trasformato in contratto di locazione.

Gli obiettivi

Il bando “Mestieri e cultura” vuole stimolare l’autonomia personale dei giovani, la loro maturazione ed il passaggio consapevole alla vita adulta; stimolare l’imprenditorialità giovanile; riqualificare e rigenerare spazi pubblici; contrastare il fenomeno dello “svuotamento” commerciale del centro storico cittadino; animare i quartieri con servizi sociali, attività culturali ed aggregative; contribuire a costruire comunità.

Comune, Itea e Cciaa insieme

L’amministrazione comunale, come ha sottolineato la vicesindaca, “intende orientare i giovani che hanno appena intrapreso la strada lavorativa o sono in procinto di farlo, mettendo a disposizione spazi che consentiranno loro di esporre idee, proposte, realizzazioni, siano artigianali, artistiche, commerciali, industriali o sociali. Naturalmente in serena coabitazione con le realtà preesistenti”. Aggiunge il presidente Ghirardini: “Non è stato semplice far accettare l’idea del gratuito ma alla fine il Consiglio di amministrazione Itea ha accettato la proposta di stimolo alle giovani generazioni. E la Camera di Commercio, con la quale ci siamo confrontati, ha dato il benestare non ravvisando estremi di concorrenza; anzi, l’iniziativa che parte dal Comune di Trento, è proponibile ad altri Comuni, dove Itea possiede spazi da concedere alle stesse modalità”.

Scadenze e info

Il termine ultimo per richiedere l’obbligatorio sopralluogo agli spazi, è il 7 settembre; il termine ultimo per effettuarlo il 19 settembre; il termine ultimo per presentare la domanda di partecipazione il 7 ottobre. Per info: www.trentogiovani.it/index.php/opportunita-estero/tirocini-e-lavoro/bando-mestieri—cultura Per qualsiasi chiarimento o informazione è possibile contattare il Servizio cultura, via Belenzani 13, tel. 0461 884364; ufficio.politichegiovanili@comune.trento.it