LA MANIFESTAZIONE

Cinquemila sardine invadono piazza Duomo: "Trento non abbocca"

Tantissimi giovani con cartelli e striscioni: "Contro odio e violenza in qualche modo stiamo facendo politica". LE FOTO: Dai ragazzini ai pensionati: i tanti volti delle sardine

TRENTO. Al grido di «Trento non abbocca» oltre 3.000 sardine trentine si sono date appuntamento questo pomeriggio in piazza Duomo. Giovani e meno giovani, studenti e lavoratori, per la maggior parte muniti di sardine auto-costruite con i materiali più disparati.

Trento, giovanissimi, studenti, adulti e pensionati: i tanti volti delle sardine

In Piazza Duomo 5 mila persone. Grande la partecipazione della folla. La "voce narrante" di Lorenzo Lanfranco, del gruppo Facebook trentino. Poi le testimonianze di Claudio Bassetti, presidente delle comunità di accoglienza regionali, Serena Naim, ex lavoratrice dell'accoglienza e Achille Nicola Serra, dell'Asd Intrecciante, squadra di calcio dei richiedenti asilo. E il gran finale: tutti a cantare con il coro "Bella Ciao" (fotoservizio di Daniele Panato e Greta Casagrande)

LEGGI L'ARTICOLO: "Noi non abbocchiamo"

Lorenzo Lanfranco, uno degli organizzatori e fondatore del gruppo Facebook trentino ha detto dal palco: «Questa piazza é una bellissima prova di partecipazione, che é uno dei nostri principi fondamentali. Poi c'é il rispetto, quello che troppo spesso vediamo essere assente in certa politica. Noi siamo contro l'odio e contro chi al dialogo contrappone violenza fisica e verbale. E qui, in qualche modo, stiamo facendo politica».

Alla manifestazione é intervenuto anche Claudio Bassetti, presidente di Cnca Trentino - Alto Adige, poi Serena Naim, ex lavoratrice dell'accoglienza e Achille Nicola Serra, dell'Asd Intrecciante. In tutti e tre gli interventi é stato ricordato il valore della solidarietà e dell'inclusione.

Emozione per l'esibizione del coro Bella Ciao, che ha coinvolto l'intera piazza.