Carabinieri

Rapina a un’anziana, arrestati i presunti responsabili: due pregiudicati di Pergine

La donna era stata scaraventata a terra e derubata del telefonino la sera del 31 gennaio in via Graberi

PERGINE. Arrestati i due presunti responsabili di una rapina ai danni di un’anziana, avvenuta la sera del 31 gennaio scorso in via Graberi a Pergine.

La donna, che si stava recando a messa, era stata scaraventata a terra da un uomo parzialmente travisato che si era impossessato del suo telefono cellulare, procurandole un trauma alla spalla. 

Le indagini dei carabinieri si sono da subito concentrate su alcune figure legate al mondo sommerso dei ricettatori.

Il telefono rubato è stato poi trovato in un appartamento di via Chini, nella disponibilità di un tunisino noto alle Forze dell’Ordine.

Le ulteriori indagini hanno consentito di giungere alla identificazione dei due presunti responsabili: B.J. , ventenne pregiudicato nullafacente, quale materiale esecutore della rapina e  S.F., trentenne – anch’egli pregiudicato – operaio, conducente del mezzo utilizzato per la fuga. Si tratta di soggetti di Pergine Valsugana, già noti alle Forze dell’Ordine.

Le risultanze investigative fornite alla Procura della Repubblica di Trento sono state condivise anche dal Giudice per le Indagini Preliminari che, valutando la gravità del fatto, ha emesso le misure restrittive a carico dei due indagati.

Questa mattina (19 luglio) i carabinieri hanno rintracciato i due: 

B.J. è stato portato in carcere a Trento, mentre a S.F. è stato imposto l’obbligo di dimora nel Comune di Pergine.