Piscina, area wellness per l’estate 

Procedono spediti i lavori per realizzare l’area con bagno turco, sauna, docce e spazio per il relax 

di Roberto Gerola
PERGINE. Piscina pronta ad offrire la parte nuova per la prossima stagione estiva. Si fa riferimento all’area wellness che si sta realizzando dentro e fuori l’attuale immobile e che rappresenterà un elemento in più da proporre agli utenti. I lavori procedono. Se all’interno i locali sono già stati predisposti, all’esterno si procederà quanto prima, appena la stagione lo consente. Ad occuparsene l’impresa perginese dei Fratelli Dalcolmo che nel febbraio scorso si era aggiudicata i lavori presentando un ribasso del 9,765%.

Il progetto dell’architetto Giovanni Modena prevedeva una spesa di 310.880 euro con 226.773 euro per lavori a base d’asta, cifra ridotta a 204.629 euro. L’area wellness si svilupperà soprattutto all’interno ed è appunto quasi pronta (mancano ancora alcuni arredi). Si trova nella zona di passaggio dalla vasca grande a quella piccola ed avrà annessa una parte esterna (una porzione del prato che attualmente è di contorno al allo stabile e viene trovarsi sul retro della scuola elementare “don Milani”.

La piscina si amplierà quindi verso l’esterno utilizzando una parte interna. Nel locale sono stati realizzati i servizi tipici di un’area wellness: bagno turco per 6/8 persone, tre docce, una sauna per 12/14 persone, un ampio spazio per relax. All’esterno è prevista la vasca di idromassaggio (finanziata in un momento successivo rispetto all’appalto). Una grande vetrata verso l’esterno, darà luce all’area e nello stesso tempo servirà anche come uscita d’emergenza in caso di necessità.

Per realizzare l’area wellness si sono resi necessari anche interventi agli impianti tecnici che hanno trovato spazio negli attuali locali interrati: la macchina del trattamento aria, le attrezzature per le docce multifunzionali e poi ancor attrezzature, pompe, cloratore, filtri e vasca di compenso necessarie al funzionamento della vasca idromassaggio. La decisione di potenziare la piscina sono riconducibili al fatto di mettere a disposizione del pubblico una nuova attività che possa completare almeno in parte l’offerta natatoria e vivacizzare l’attuale attrattiva soddisfacendo le moderne esigenze di quanti amano trascorre qualche ora in piscina. Anche perché, la realizzazione di un nuovo impianto natatoria, il cui desiderio risale a parecchi anni fa, trova qualche ostacolo soprattutto di carattere finanziario. In bilancio si parla di 7 milioni di euro.