giochi invernali

Olimpiadi, per il nuovo palazzetto del ghiaccio a Piné servono 180 milioni

Avviata l’istruttoria tecnica da parte della Provincia: progetto pubblico-privato



TRENTO. I costi degli impianti e la loro sostenibilità sono uno dei grandi temi in vista delle Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026 che avranno a Baselga di Piné la location del pattinaggio su ghiaccio. 

E proprio in vista del nuovo palazzetto del ghiaccio la Provincia ha avviato l’istruttoria tecnica del progetto, che prevede un costo di 108 milioni per una nuova struttura, per un investimento complessivo di circa 180 milioni.

Il Nucleo di analisi e valutazione degli investimenti pubblici (Navip) – comunica la Provincia in una nota – ha ascoltato l'illustrazione, ad opera dei promotori, del progetto relativo ad una nuova struttura per il pattinaggio su ghiaccio sull'altopiano di Piné, da realizzarsi nella modalità del partenariato pubblico-privato. Il progetto ha un costo nell'ordine di grandezza dei 108 milioni di euro, con un canone di disponibilità della struttura di 22 anni. Elementi che portano la cifra complessiva dell'investimento a circa 180 milioni di euro.

La Provincia comunica che inizia, da questo momento, l'istruttoria tecnica riferita alla proposta per la progettazione, costruzione e gestione tecnica della struttura. Per ogni valutazione in merito è doveroso attendere la conclusione di tale istruttoria, precisa una nota della Provincia. 

















Montagna







Dillo al Trentino