Il Tre Castagni attende la Festa della zucca 

Tutto pronto al parco per il tradizionale appuntamento d’ottobre che proporrà pure miele e castagne

PERGINE. L’edizione 2018 della Festa della zucca (12,13 e 14 ottobre) è rappresentata da suo allestimento al Parco dei Tre castagni (come sempre), insieme a miele e castagne, un settore questo che fino all’anno scorso trovava svolgimento in centro storico a Pergine. L’anno scorso si era verificato che nonostante la ricchezza delle attrazioni, le bancarelle di miele e castagne erano state un po’ snobbate dal grande pubblico che attirato dalle zucche (e altre attrazioni) ai Tre Castagni aveva letteralmente invaso il parco. Il luogo particolarmente adeguato a questo genere di feste popolari, e gli esempi che si sono succeduti nel corso dell’estate lo hanno sempre testimoniato, era stato calamita dei visitatori a scapito appunto del centro storico, specialmente nella giornata di domenica. Tanto che, all’indomani della chiusura della Festa, da più parti (protagonisti e visitatori) era stata avanzata la proposta. Solo qualche incontro serale è previsto in centro storico. Così, se il primo appuntamento delle quattro Feste d’autunno sarà a Caldonazzo (con la Festa della Mela) domenica prossima con l’abbinamento ai sapori d’autunno, il Parco dei Tre Castagni ospiterà poi (12,13,14 ottobre) la Festa della Zucca con miele e castagne. Toccherà quindi alla Vigolana proseguire (20-21 ottobre) con la Festa della Castagna della Valle di Centa. La conclusione sarà riservata a Roncegno e la sua ormai storica Festa della Castagna nell’ultimo fine settimana di ottobre (sabato 27 e domenica 28).

Le quattro manifestazioni, tanto per mostrare una sorta di unità d’intenti a livello di Valsugana, l’Apt Valsugana Lagorai e il Consorzio della Vigolana, saranno giovedì (ore 11) a presentare il tutto nel luogo più simbolico e caratteristico di tutta la valle, le sale dell’antico castello di Pergine. I rappresentanti delle organizzazioni di ciascuno dei quattro centri interessati illustreranno le rispettive proposte.

Per Pergine, il programma delle tre giornate è particolarmente ricco di attrazioni. Si aprirà venerdì alle 14 (fino alle 18), con l’esposizione dei tre prodotti (zucche, miele e castagne), l’allestimento di bancarelle e spazi gastronomici che coinvolgono Apival e Castanicoltori. Miele e api con tutte le attività connesse saranno al centro delle prime attrazioni insieme alla castanicoltura: smielatura, arnie didattiche mostre, giochi, degustazioni, vendite, laboratori (per bambini), mascherine eccetera. Stesso programma sabato (10-19) ma anche conferenze (Pane & Pizza, con Maurizio Sartori, alle 11) e visite guidate al castello (ore 15 e 16.30). Domenica ancora più ricca con spettacoli, musica itinerante, e tante altre cose. (r.g.)