scuola e natura

Dopo un anno di divieti torna la festa degli alberi per gli alunni di Madrano e Canzolino

In formato ridotto e in giorni diversi ma la scuola elementare con la Pro Loco hanno voluto dare un segno di ritorno alla normalità. E c’era anche il sindaco Oss Emer

MADRANO. Festa degli Alberi in versione ridotta per i bambini delle scuole elementari di Madrano e Canzolino che hanno fatto la loro prima uscita dopo un anno di divieti.

L'iniziativa organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con la scuola è stata divisa in due parti: venerdì sono stati i bambini delle terze, quarte e quinte ad animare la Festa degli Alberi, tra una settimana toccherà alle prime e seconde. Nulla invece è previsto per la scuola materna che proseguirà con le attività in aula.

Carla Sartori fiduciaria frazionale oltre che tra le organizzatrici della Pro Loco: “E’ la quarta edizione della festa che organizziamo, ma quest'anno l'abbiamo dovuta fare in forma ridotta. Gli anni scorsi partecipavano anche i forestali che spiegavano ai bambini le caratteristiche degli alberi della zona e dopo la tempesta di Vaia, piantavamo anche degli alberelli.

Quest'anno invece ci siano limitati alla prima uscita dopo un anno, a illustrare gli aspetti naturali dei nostri boschi sono state le maestre ed abbiamo concluso la nostra gita con una merenda”.

Alla Festa degli Alberi ha preso parte anche il sindaco di Pergine Roberto Oss Emer.

110 i bambini che al termine della prossima settimana avranno animato questa festa che è diventata un simbolo del progressivo ritorno alla normalità: “ Avremmo voluto fare molto di più – conclude Carla Sartori -, ma la responsabilità era troppa. Abbiamo preferito un’organizzazione in piccolo, ma dar vita lo stesso ad un appuntamento che è entrato ormai a far parte della tradizione delle nostra scuola. Tutti ci auguriamo che il prossimo anno potremo tornare a piantare gli alberi insieme alla Forestale ed allora sarà una festa davvero grande”.