INIZIATIVE

Canzolino, artisti sulle sponde del lago. Ci sono anche i dipinti dei bimbi

Primo evento di comunità organizzato dalla Pro Loco quest’anno. La presidente Carla Sartori: “Un calendario all'insegna dell'ottimismo e del ritorno alla normalità”

di Daniele Peretti

CANZOLINO. Saranno venti gli artisti che daranno vita lungo le sponde del lago di Canzolino a “Riflessi d’acqua e olio”, che propone la sua terza edizione. Novità assoluta sarà l'esposizione dei dipinti dei bambini delle scuole elementari con l’invito allargato anche agli studenti delle scuole d'arte. Gli artisti presenti saranno: Annamaria Adessi, Cornelia Bernardi, Manuela Brugnara, Lucia Berlanda, Sandra Dellai, Annamaria Giovannini, Carla Decarli, Sandra Lucchetta, Melinda Meuse, Asia Ravanelli, Milena Vittozzi, Carla capra, Enrica Zerbini e Elisa Toldo. Per le Giovani Promesse: Giacomo Nones e Lorenzo Ossemer. Gli scultori Gianni Stefani e Gabriele Todeschi. Il cestaio Giordano Pincigher. Gli antichi mestieri di Cornelio Todeschi ed i lavori all'uncinetto di Nadia Conci.

L'appuntamento è per sabato 31 luglio ed è anche il primo evento di comunità organizzato dalla Pro Loco di Madrano e Canzolino quest’anno. La Pro Loco ha recentemente tenuto l'assemblea ordinaria che approvato il bilancio sociale. Nella sua relazione, la presidente Carla Sartori, ha presentato il programma delle attività 2021.

In successione, dopo “Riflessi acqua e olio” sarà organizzato il cineforum, un corso base per l’uso del computer, lezioni di Zumba. Per la prima domenica di ottobre spazio a “Filò e Sfoiò con Giro della Roca” un collaudato evento che prevede il giro della Roca con punti di ristoro. Al termine pranzo con polenta, formaggio, luganega, verdure e bevande varie. La sera del 31 ottobre “Halloween e castagnata”, quindi la Strozega di Santa Lucia e le celebrazioni del Natale e del Capodanno.

“Un calendario – ci dice Carla Sartori – pensato all'insegna dell'ottimismo e del ritorno alla normalità. Tutti gli eventi saranno organizzati secondo le normative vigenti, ma rispecchiano il desiderio di ritrovare quel senso di comunità e di voglia di stare insieme che abbiamo in parte perso”. Infatti le attività della prima parte dell'anno sono state individuali, oppure esposizioni, disegni o lavori dei bambini. La prima uscita è stata quella della Festa degli Alberi che rispetto alle passate edizioni è stata organizzata in forma ridotta. Spazio quindi alle suggestioni delle rive di una lago di Canzolino in versione notturna animate dagli artisti e dalle loro fantasiose realizzazioni.