I FATTI

Furti di sci a Campiglio, sette denunciati

I carabinieri sono intervenuti in due distinte operazioni. Esibita la carta d'identità di un'anziana signora, spacciata per nonna, per ingannare i noleggiatori

MADONNA DI CAMPIGLIO. I carabinieri della Stazione di Madonna di Campiglio hanno compiuto due distinte operazioni per contrastare il fenomeno del furto di sci, denunciando complessivamente sette persone.

Nella prima hanno deferito alla Procura della Repubblica di Trento tre persone provenienti da Brescia, per il reato di furto in concorso ai danni di un negoziante della località sciistica. Il gruppo, formato da tre giovani turisti, era entrato nell'esercizio commerciale con la scusa di noleggiare una tavola da snowboard, e riuscito a distrarre il titolare, con un gesto furtivo, si era impossessato di due paia di sci lasciati in una rastrelliera.

La seconda operazione ha portato al deferimento di 4 persone per i reati di truffa e ricettazione in concorso. In questo caso, un gruppo di 4 persone si era presentato in un altro esercizio commerciale per noleggiare sci, bastoncini, scarponi, e casco.

Al momento del prelievo del materiale tecnico, era stata esibita la carta di identità di un'anziana signora, con la scusa che fosse la nonna degli avventori, così inducendo in errore l'esercente.