IL FATTO

Campiglio, alpinista ferito recuperato dall'elisoccorso

Stava scalando in solitaria una parete di roccia. Il governatore Fugatti: "Ha costretto i soccorritori del 118 ad un intervento da evitare in tempi di emergenza sanitaria"

MADONNA DI CAMPIGLIO. È dovuto intervenire l'elicottero del '118' per recuperare un alpinista che ieri pomeriggio, 6 aprile, è scivolato per diversi metri mentre stava praticando in solitaria la scalata di una parete di roccia utilizzando l'attrezzatura da ghiaccio in una falesia nei pressi di Madonna di Campiglio.

Il ferito, 33 anni del posto, è stato raggiunto dai soccorritori e dall'equipe medica e, con il verricello, portato a bordo dell'elicottero con cui è stato trasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento.

Sull'episodio è intervenuto il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, che ha sottolineato come il protagonista dell'episodio abbia non solo contravvenuto alle norme sul coronavirus, ma costretto i soccorritori del '118' ad un intervento da evitare in tempi di emergenza sanitaria.