Coop, costi in aumento per il personale a Canazei 

L’assemblea della Famiglia. Il presidente Debertol ha presentato l’esercizio finanziario Utile di esercizio di quasi 210 mila euro. Vendite in aumento (3,17%) nel negozio di Alba


Valentina Redolfi


Canazei/cianacei. Domenica pomeriggio al cinema Marmolada di Canazei c’è stata l’assemblea della Famiglia Cooperativa di Canazei guidata dal presidente Giorgio Debertol. La Famiglia Cooperativa di Canazei è composta da due sedi: la centrale a Canazei e la filiale ad Alba. A Canazei è presente il supermercato, l’ingrosso, un reparto abbigliamento, la ferramenta e trovano spazio anche gli uffici dell’amministrazione. All’assemblea hanno partecipato 115 soci (con 13 deleghe). Entro Pasqua verrà convocata un’assemblea straordinaria per dei cambiamenti statutari.

Le novità

Il presidente Debertol ha letto il bilancio, approvato all’unanimità, e ha presentato le novità in atto sugli investimenti in vista dei lavori alla nuova sede. Dopodiché è intervenuto Giuliano Bernardi della Federazione delle Cooperative Trentine il quale ha spiegato nel dettaglio il bilancio.

L’esercizio finanziario chiuso al 30 settembre 2019 presenta un utile d’esercizio di 209 mila 684 euro con un incremento di circa 15 mila euro rispetto al 2018, ma che presenta al suo interno dei passaggi delicati e non sempre positivi: in particolare nella sede di Canazei sono diminuite le vendite e, per via di alcuni rinnovi contrattuali, sono aumentati di 60 mila euro i costi per il personale.

Per quanto riguarda le vendite, al netto dell’Iva, sono ammontate a 4 milioni 668 mila euro, -0,37% rispetto al 2018. La sede di Canazei, pur rappresentando un 75% delle vendite totali, ha subito un calo del 1,16%, mentre ad Alba c’è stato un aumento del 3,17%.

La convenzienza

Il totale degli sconti ai soci è di 191 mila euro, con un +8,7% dall’anno precedente.

Sugli investimenti, la Cooperativa di Canazei ha quest’anno delle novità: sul progetto decennale di costruire un nuovo edificio nell’area artigianale ad Alba, nella zona di fronte alla caserma della Protezione Civile e vicino alle officine meccaniche e altre aziende, si sta concretizzando qualche passo. Debertol, in assemblea, ha spiegato che si sta valutando il progetto di andarsene da Canazei-centro con l’ingrosso e forse anche con la ferramenta. L’obiettivo è rendere il servizio migliore per gli acquirenti che ora si trovano, soprattutto in stagione quando serve di più, con problemi di parcheggio. Negli ultimi giorni sono state ritirare le concessioni per poter collegare la futura sede con le linee elettrice, le acqua bianche, nere e l’acquedotto. Di recente poi è stato ripreso in mano il progetto (del geometra Mariano Cloch) che è stato rinnovato e rimandato in Provincia per le approvazioni che si spera possano arrivare a breve. «Speriamo di iniziare il prima possibile – ha dichiarato il Presidente – ringrazio tutto il Consiglio. Siamo una squadra compatta e unita. Ringrazio oltremodo il direttore Gianluca Daberto, i segretari, tutto il personale e i soci. Tutti hanno collaborato per il bene della Cooperativa di Canazei che nonostante le difficoltà, è riusita a chiudere con un bilancio in positivo».

Durante la votazione per il rinnovo del Consiglio d’Amministazione si è candidato anche Salvatore (Franco) Nigo, ma alla fine sono stati rinnovati i consiglieri uscenti: Giorgio Debertol, Silvana Iori e Fernando Riz.

















Montagna







Dillo al Trentino